Un laboratorio progettuale per la Sicilia Orientale



Autore:
Collana: Architettura, Urbanistica, Ambiente
Formato: 21 x 29,7 cm
Legatura: Filorefe
ISBN13: 9788874487127
ISBN10: 8874487126
Ub.int: T711G V03h

Anno di edizione:
Pagine: 192

Contenuto: Saggi di Cantone, Costa, Dato Toscano, Barbera, Liotta, Paternostro

"Un laboratorio progettuale per la Sicilia orientale" si propone come prima testimonianza di un processo nel quale la ricerca progettuale, pur muovendo dal territorio specifico, si prefigge di indagare ed interrogarsi sulle connessioni che legano l'architettura alle connotazioni che caratterizzano il mondo del pensiero ed attraversano quindi, apparentandole fra loro, le diverse branche dello scibile.
La ricerca, pur nei limiti di una simulazione, come quella che la Scuola produce, rivendica la validità della propria matrice didattica, in quanto si ritiene che la fase di formazione del futuro progettista non possa essere esclusa da quell'universo di intrecci tematici in grado di problematicizzare l'insegnamento per immettere nel mercato del lavoro tecnici che prima di fare sappiano pensare. In questo quadro, temi come il riuso degli edifici, che coinvolge le diverse categorie del restauro, e l'intervento nell'ambiente edificato trascinano irrinunciabilmente la nozione di "oggetto estetico" come parametro di valutazione degli obiettivi progettuali da perseguire.

Ugo Cantone, nato a Catania nel 1934, è stato Direttore dell'Istituto di Progettazione Architettonica presso la Facoltà di Architettura di Reggio Calabria fino al 1977. Straordinario di "Disegno e Rilievo" in Architettura a Palermo (1981), dal 1984 è ordinario di "Architettura e Composizione Architettonica" presso il Dipartimento di "Architettura e Urbanistica" della Università di Catania. Autore di diversi saggi e libri.

Zaira Dato Toscano, architetto, ha collaborato nella ricerca e nella didattica e nella professione con Franco Marescotti fino al 1982, e sulla sua opera ha scritto saggi, producendo, fra l'altro, un numero dedicato da Controspazio (1981) insieme a Tommaso Giura Longo e Laura Thermes. Dal 1982 ricercatore confermato di "Architettura e Composizione Architettonica" ed attualmente professore supplente di "Composizione Architettonica" presso la Facoltà di Ingegneria Edile dell'Università di Catania, ha concentrato il proprio interesse sul rapporto fra storia e progetto e sull'intervento nel preesistente.