Terra in quarantena

Tesori e allarmi



Autore:
Collana: Sociologia, Politica
Formato: 15 x 21 cm
Legatura: Filorefe
ISBN13: 9788849239430
ISBN10: 9788849239430
Ub.int: T440C V55c

Anno di edizione:
Pagine: 144

Contenuto: Collana «Nuovo Millennio» seconda serie
direttore: FRANCESCO MERCADANTE
condirettori: NINO BORSELLINO, ANTONIO PUNZI, MARIA STELLA BARBERI

Il virus ci ha chiuso in casa, ci ha costretto da un “fuori” convulso a rientrare nell'intimità, in interiore homine, riaprendo dentro noi stessi interrogativi e orizzonti rimossi. Ci ha sbattuto in faccia il “nesso carnale” che ci apparenta con l'intorno e che si distende necessariamente sull'altro e sugli altri. Come ci ha rivelato che senza gli altri nessuno si salva, che la Terra è la nostra dimora e non un deposito degli attrezzi o un bancomat per accumulare capitali. Dimora e condizione unica della nostra vita transeunte, la sua malattia ci ammala, il suo impoverimento ci impoverisce, la sua distruzione ci distrugge. In fondo essa non ha di noi lo stesso bisogno che noi abbiamo di lei. Continuerà ad esistere anche senza di noi e dopo di noi, e forse dopo millenni darà ancora vita ad altri esseri, si spera più assennati della nostra umanità confusa… Siamo noi che dipendiamo da lei e che abbiamo approntato quanto la rende inabitabile, apprestando ai viventi una estinzione forzata, lenta e inevitabile. Sarebbe follia uscire da questa triste esperienza senza rispondere al grido ormai lacerante dell'unica nostra “casa comune” in rovina.

UGO COLLU, già docente di filosofia nei Licei, autore di vari saggi di letteratura, filosofia e arte, particolarmente su scrittori di Sardegna. Ha organizzato e diretto numerosi e importanti convegni, tra cui quelli internazionali sul nobel Grazia Deledda e sul giuristascrittore Salvatore Satta. Rilevanti alcuni volumi pubblicati con la sua cura e contenenti saggi che vanno dalla Letteratura, all'Arte, all'impegno civile. Fra i numerosi Convegni, gli Atti relativi a Grazia Deledda nella cultura contemporanea 2 voll., con l'introduzione di Carlo Bo, Cagliari 1992; quelli relativi a Salvatore Satta e rispettivamente Salvatore Satta giuristascrittore, Fossataro, Cagliari 1989, Salvatore Satta. Oltre il giudizio. Il diritto, il romanzo, la vita, Donzelli, Roma 2005 e Salvatore Satta. L'impegno civile di una vita, Il Maestrale, Nuoro 2017. Quest'ultimo contiene i tre convegni del cinquantesimo dalla morte del giurista nuorese, centrati rispettivamente su Letteratura, Giurisprudenza e sul De profundis (con interventi, sul De profundis, di Ernesto Galli della Loggia, Remo Bodei e Giuseppe Gangemi). Ha pubblicato La scrittura come riscatto. Introduzione a Salvatore Satta, con la collaborazione di Elisa Careddu, Ed. Della Torre, Cagliari 2003; un saggio introduttivo sulla geografia della Letteratura in Canne al vento di Grazia Deledda, Ilisso, Nuoro 2008; Moderno e postmoderno nella filosofia italiana oggi, Nuoro 1990 e Federalismo tra filosofia e politica, Nuoro 1998. Con la DeAgostini nel 2002 ha redatto, per un DVD destinato all'ACI e alle scuole superiori, i testi pedagogici sulla Educazione stradale. Per Jaca Book ha curato con Ornella Selvafolta e Roberto Cassanelli, Nivola Fancello Pintori. Percorsi del moderno, 2003. Per Ilisso, 2010 “Il messaggio morale e civile nell'opera di Costantino Nivola”, in Costantino Nivola. Investigazione dello spazio (a cura di Carlo Pirovano). In pubblicazione da Ilisso Il marmo dell'altra mano.

Questa seconda serie della collana «Nuovo Millennio» si congiunge alla prima serie, dedicata rincipalmente a titoli di filosofia e scienza della politica, di diritto, di storia, di economia: ma non senza una novità degna di considerazione. D'accordo con l'Editore, la Direzione ha ritenuto di dover procedere ad allargare la collana, dotandola di una sezione letteraria, fatte salve, ovviamente e rigorosamente, le esigenze della compatibilità. I titoli della seconda sezione saranno scelti, attingendo prevalentemente alla vena di quegli autori, tanto più se già presenti nella prima sezione, che abbiano saputo rompere il guscio dei generi. Non è raro il caso del giurista, per fare un solo esempio, che irrompa sulla scena letteraria con un capolavoro di narrativa; né quello, per converso, del romanziere che dia un decisivo contributo alla riflessione filosofica, tanto più se impegnata. Saranno accolti in tutta la pluriversa vivacità del loro estro.

Nella stessa collana:
JAN PATOcKA, Europa e post-Europa
GIUSEPPE OCCHIATO, Oga Magoga
GIUSEPPE GANGEMI, G. B. Vico nel pensiero di Silvio Trentin. Un giudizio sulle massonerie
VALERIO MORI, Mondo naturale e «Regnum hominis»
MARIA STELLA BARBERI, GIUSEPPE FORNARI, Il riscatto dei fanti. Caporetto tra letteratura, storia e memorialistica
GIUSEPPE BUTTÀ, Irving Kristol. L'avventura di un ‘liberal'
CARMELO GERACI, La triplice sponda. Popoli e lingue di Sicilia
GIUSEPPE GANGEMI, Innovazione democratica e cittadinanza attiva

in preparazione
ANDREA FÀVARO, Prudentia e homo novus: materiali per il «Principe» in G. G. Pontano.
AA.VV., Diritto ed economia. La Riduzione di B. Croce cento anni dopo.
AA.VV., A. Del Noce: un filosofo attraverso la storia nel centenario della nascita.