Strumenti di valutazione per i musei italiani

Esperienze a confronto



Autore:
Collana: Arte
Formato: 21 x 29,7 cm
Legatura: Filorefe
ISBN13: 9788849208672
ISBN10: 8849208677
Ub.int: T304A T520b V14g

Anno di edizione:
Pagine: 384

Contenuto: All'istituzione museale sono stati dedicati in questi anni analisi, dibattiti, pubblicazioni che ne hanno esaminato sotto diverse angolazioni i profili giuridici ed economici, le forme innovative di organizzazione e di comunicazione, la funzione educativa e sociale. L'Atto d'indirizzo ministeriale del 2001 sui Criteri tecnico scientifici degli standard dei musei – frutto di una intensa collaborazione tra Stato, Regioni e Autonomie locali – ha poi sistematizzato l'intera materia, elaborando norme e linee guida per una corretta gestione delle collezioni ed un'ampia apertura alla società contemporanea. I tempi sono ora maturi per un'ulteriore fase di ricognizione delle difficoltà e opportunità di sviluppo del sistema italiano e di una messa a punto di strumenti di valutazione delle singole strutture che consentano di verificare, nel tempo, i livelli qualitativi raggiunti. Questo volume passa in rassegna le metodologie proposte e le sperimentazioni effettuate dal Ministero (Parte Prima) e da alcune Regioni (Parte Seconda), illustrando in dettaglio gli strumenti di rilevazione adottati e i risultati delle prime, concrete applicazioni. Alcuni contributi di carattere generale evidenziano le novità introdotte dal Codice dei beni culturali e del paesaggio, presentano il modello organizzativo dei quattro Poli museali statali di Napoli, Roma, Firenze, e Venezia, affrontano le problematiche connesse con il reclutamento e la formazione del personale. Nella Terza parte sono raccolti gli orientamenti e le indicazioni della Conferenza episcopale italiana e le valutazioni in merito all'identità, all'organizzazione e
allo sviluppo dei musei ecclesiastici e, in particolare, di quelli diocesani.


L'Ufficio Studi del Ministero per i beni e le attività culturali, ora incardinato nel nuovo Dipartimento per la ricerca, l'innovazione e l'organizzazione, svolge studi e ricerche su tematiche relative alla tutela, gestione e valorizzazione dei beni culturali, approfondendo aspetti storico-istituzionali, normativi e organizzativi, economici e sociali. Negli ultimi anni ha rivolto una particolare attenzione alla domanda e all'offerta dei servizi culturali, alle caratteristiche e alle esigenze del pubblico dei musei e dello spettacolo, alle professionalità e alle competenze del settore, alle prospettive di sviluppo territoriale connesse con la promozione del patrimonio storico e artistico nazionale.