Storie di incisori

Opere e protagonisti della grafica moderna e contemporanea



Autore:
Collana: Arte
Formato: 17 x 24 cm
Legatura: Filorefe
ISBN13: 9788849237634
ISBN10: 9788849237634
Ub.int: T522B V15g V54f

Anno di edizione:
Pagine: 160

Contenuto: La ricerca artistica del Novecento è stata fondamentale per la messa a fuoco delle caratteristiche poetiche ed espressive dell'incisione. Nel corso del XX secolo la stampa d'arte si è via via emancipata da compiti di riproduzione e di illustrazione, definendosi come genere artistico autonomo e specifico. Attraverso le personalità scelte come oggetto di studio in questo volume – Lorenzo Viani, Stanis Dessy, Paul Nash, Pietro Annigoni, Emilio Greco, Bruno Caruso, Vincenzo Piazza e Sandro Bracchitta – si analizza l'incisione nelle sue peculiarità tecniche e tematiche, evidenziando come il “bianco e nero” sia stato una modalità pacata e versatile per raccontare temi sociali e politici e per celebrare la donna, l'amore, il sogno, il lavoro, la bellezza della città e della natura.

Daniela Vasta (1977) è curatore storico dell'arte presso la Galleria d'Arte Moderna di Roma e insegna Storia dell'arte contemporanea all'Università di Catania. Ha pubblicato numerosi saggi e articoli scientifici ed è autrice delle monografie La pittura sacra in Italia nell'Ottocento. Dal Neoclassicismo al Simbolismo (Gangemi, Roma 2012) e Canonicus fecit. Le incisioni di Pietro Annigoni negli anni Trenta (Duetredue, Siracusa 2018). All'attività museale e universitaria affianca quella di curatore di mostre d'arte contemporanea.