Stati Generali del Paesaggio

Atti. Palazzo Altemps, Roma, 25 e 26 ottobre 2017

Autore:
Collana: Opere varie
Formato: 21 x 33 cm
Legatura: Filorefe
ISBN13: 9788849235883
ISBN10: 9788849235883
Ub.int: T241D V39g

Anno di edizione:
Pagine: 212

Fuori Commercio

Contenuto: Dalle rovine romane all'archeologia industriale, dalla rete viaria consolare ai tracciati autostradali e ferroviari, in Italia il paesaggio è da millenni il frutto della positiva interazione tra uomo e natura.
Le numerose civiltà fiorite e sviluppatesi nel nostro Paese hanno lasciato tracce profonde, ognuna con i propri caratteri originari che tutti insieme costituiscono la nostra identità culturale, ambientale e territoriale.
Un patrimonio che l'articolo 9 della Costituzione affida alla tutela della Repubblica, intesa come insieme delle istituzioni, delle realtà economiche, delle associazioni e dei singoli cittadini della nazione.
L'Italia è l'unica democrazia al mondo ad avere tra i principi fondamentali della propria carta costituzionale la tutela di tale patrimonio e ad aver sviluppato una legislazione specifica che dalla legge Galasso è confluita nel Codice dei beni culturali e del paesaggio, che istituisce i piani paesaggistici come strumenti principi per governare la salvaguardia dei beni paesaggistici a livello regionale. Si tratta di intese complesse, che richiedono un intenso confronto tra le diverse istituzioni e la partecipazione del mondo associativo per venire alla luce ma hanno il pregio di raccogliere dal basso le istanze del territorio e farle incontrare con le superiori esigenze di tutela.
Altro strumento fondamentale è la conoscenza: attraverso le serie statistiche storiche, elaborate da ISTAT e Ispra, è possibile comprendere quanto sia cambiato il territorio nel nostro Paese, come sia progredito il consumo di suolo, dove sia più necessario intervenire.
Determinanti sono infine l'educazione e la sensibilizzazione dei cittadini alla qualità del paesaggio.
Solo una popolazione consapevole permette infatti di perseguire con successo la tutela del territorio. Tutto questo è emerso con forza nel corso degli Stati Generali del Paesaggio di Palazzo Altemps con la presentazione del Rapporto sullo stato delle politiche per il paesaggio, come risulta dagli atti raccolti in questo volume, pubblicato nel settantesimo anniversario dell'entrata in vigore della Costituzione. Il testo documenta i due giorni di intenso dibattito che ha coinvolto le massime autorità del settore in un lavoro proficuo capace di gettare una nuova luce su un tema di vitale importanza per il Paese, cosí come auspicato dal saluto del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella: la difesa del paesaggio, la difesa del nostro essere italiani.