Scavi archeologici in Asia Centrale / Archaeological excavations in Central Asia

L'insediamento e la necropoli di Kangurttut nel Tajikistan sud-occidentale / The Settlement and Burial Ground of Kangurttut in South-Western Tajikistan



Autore:
Collana: Archeologia, Restauro
Formato: 17 x 24 cm
Legatura: Filorefe
ISBN13: 9788849239218
ISBN10: 9788849239218
Ub.int:

Facing English text


Anno di edizione:
Pagine: 128

Contenuto: Il Tajikistan meridionale, una regione dell'Asia centrale la cui archeologia fino agli ultimi decenni del 1900 era poco conosciuta, ospitò tra la seconda metà del III e gli inizi del I millennio a.C. una civiltà agricola, sedentaria e una cultura nomade dalla cui interazione ebbe origine una cultura mista nomade-sedentaria. Il sito di Kangurttut, di cui qui si descrive lo scavo delle fasi dell'Età del Bronzo Tardo e della prima Età del Ferro, fece parte della cultura agricola tra la metà del II e gli inizi del I millennio a.C. Gli scavi di Kangurttut hanno restituito un insediamento ed una necropoli. I reperti, di cui si dà la descrizione, mettono in evidenza la dialettica tra nomadi e sedentari e la formazione della cultura mista.

Southern Tajikistan, a region of Central Asia, whose archeology was not very well known until the last decades of 1900, hosted between the second half of the 3 rd and the beginning of the 1st millennium BC. an agricultural, sedentary civilization and a nomadic culture, from whose interaction a mixed, nomadic-sedentary, culture originated. The site of Kangurttut, whose excavation of the phases of the Late Bronze and Early Iron Ages is described here, was part of the farming culture between the middle of the 2 nd and the beginning of the 1st millennium BC. The excavations of Kangurttut have revealed a settlement and a necropolis. The finds described here highlight the dialectic between nomads and sedentaries and the formation of the mixed culture.

Giovanna Lombardo è stata Curatore del Dipartimento di Vicino e Medio Oriente antico (sezione Protostoria) presso il Museo Nazionale d'Arte Orientale “Giuseppe Tucci”. È stata membro delle Missioni Archeologiche Italiane in Siria, a Tell Mardikh/Ebla e in Turchia ad Arslantepe/Malatya. Dal 2007 conduce un progetto congiunto di ricerca archeologica in Tajikistan con l'Istituto di Studi Orientali di Mosca e l'Istituto per la Storia, l'Archeologia e l'Etnografia di Dushanbe. Ha curato molte esposizioni ed è autore di numerose pubblicazioni scientifiche sull'arte vicino orientale, iranica e centro asiatica.

Nataliya M. Vinogradova, dell'Istituto di Studi Orientali dell'Accademia delle Scienze della Russia, è alla guida della Missione Archeologica nel Tajikistan Meridionale, in collaborazione con l'Istituto per la Storia, l'Archeologia e l'Etnografia dell'Accademia delle Scienze del Tajikistan. Ha condotto scavi archeologici in numerosi siti di quest'area ed è autrice di pubblicazioni scientifiche tra cui citiamo i volumi su Kangurttut e sull'archeologia del Tajikistan meridionale. Dal 2007 è responsabile per la parte russa del progetto congiunto di ricerca archeologica italo-russo-tajiko.

Guide del Museo d'arte orientale “Giuseppe Tucci” / Museo delle Civiltà. Nuova Serie
Il Museo delle Civiltà di Roma, che inizia la sua attività nel settembre 2016, raggruppa in un unico organismo il Museo Preistorico Etnografico “Luigi Pigorini”, il Museo delle Arti e Tradizioni Popolari “Lamberto Loria”, il Museo dell'Alto Medioevo “Alessandra Vaccaro”, il Museo d'Arte Orientale “Giuseppe Tucci”, il Museo Italo Africano “Ilaria Alpi”. Finalità del Museo delle Civiltà è la conservazione, la valorizzazione e la promozione delle ricche e rare collezioni archeologiche, storico-artistiche ed etnografiche provenienti anche da Paesi extraeuropei. Il Museo d'Arte Orientale, istituito nel 1957 e intitolato al famoso tibetologo Giuseppe Tucci nel 2010, raccoglie preziose collezioni archeologiche, storico-artistiche ed etnografiche che abbracciano l'intero continente asiatico dal Mediterraneo al Mar Giallo. Dopo il trasferimento del Museo all'EUR, e in attesa delle nuove sale espositive, una selezione delle opere è in mostra nei locali del Museo Preistorico Etnografico “Luigi Pigorini”. La Guida breve al Museo d'Arte Orientale “Giuseppe Tucci” è la seconda di una serie di strumenti che, nell'ambito di una scelta di divulgazione scientifica in grado di unire un'alta qualità ad un'ampia accessibilità, il MuCiv ha scelto di pubblicare a cura dei suoi funzionari con Gangemi Editore.