Salone di Maggio

Roma: luoghi e colori



Autore:
Collana: Arte
Formato: 21 x 29,7 cm
Legatura: Filorefe
ISBN13: 9788849208023
ISBN10: 8849208022
Ub.int: T435C V14f V26a

Anno di edizione:
Pagine: 112

Contenuto: La Provincia di Roma nel calendario della Festa di Primavera 2005, ha promosso e inserito la seconda edizione del SALONE DI MAGGIO che mi appare concepito e realizzato con ricchezza di intenti e varietà di espressione. Il tema dello scorso anno, LA NATURA E L'UOMO, era più ampio e la sua realizzazione più circoscritta. Nel 2005 invece il tema è più circoscritto: ROMA: LUOGHI E COLORI, e la sua realizzazione più sorprendente ed intrigante in quanto investe settori e mezzi di espressione diversi.
La FESTA DI PRIMAVERA, che ha tenuto nel 2004 il Salone a battesimo, era in un certo senso il comune denominatore della raccolta delle opere d'arte di artisti viventi che l'Associazione Romana Gallerie d'Arte Moderna proponeva nel Complesso del Vittoriano. Quest'anno il Salone, che parte addirittura in anticipo, il 26 aprile, trasferitosi nel più ampio spazio a piano terra della Gipsoteca, offre sempre un rilevante numero di opere d'arte visiva da scoprire ma si articola in un corpus più ampio che comprende la musica, la poesia, la fotografia, il video, ed il tessuto – o meglio un mezzo di espressione insolito nella creazione dell'opera d'arte. Desidero inviare questo saluto di benvenuto agli artisti, agli organizzatori ed ai fruitori di questo Salone e, non volendo assolutamente illustrare i contenuti, vorrei far presente che un tema all'apparenza cosí facile e scontato è difficile da trattare senza cadere nella banale presentazione di una serie di immagini belle, fini a se stesse e di carattere divulgativo. Le opere di arte contemporanea, che si affiancano a quelle d'interesse storico in mostra, patrimonio nazionale, sono state in gran parte dipinte o scolpite espressamente per questo Salone, le poesie tutte scritte per l'occasione, e cosí di seguito.
La scelta del tema di quest'anno mi sembra casualmente quanto mai opportuna, in un momento che ha visto la nostra Roma al centro dell'interesse del mondo intero per la prova di grande civiltà che ha saputo dare in un momento segnato dal dolore della perdita del Sommo Pontefice e dalla serena partecipazione di milioni di pellegrini al cordoglio della città.

Enrico Gasbarra
Presidente della Provincia di Roma