Roma sei na' favola

Poesie romanesche e…



Autore:
Collana: Letteratura e linguistica
Formato: 17 x 24 cm
Legatura: Cartonato
ISBN13: 9788849239188
ISBN10: 9788849239188
Ub.int: T428e V55b

II edizione


Anno di edizione:
Pagine: 208

Contenuto: Questo secondo libro di Marcello de Iorio ha sempre il merito di attirare l'interesse del lettore, perché parla di molte cose, alcune banali, altre interessanti, tenendo viva la tensione. Le poesie riescono a tenere un'intesa, un accordo sotterraneo, un patto con chi legge, per dirgli che sono cose sue, o che può far proprie, cose che ha pensato anche se non ha scritto. Fatti di vita, d'amore, di odio, e di rancore, tra uomini, animali e la natura, fatti che accadono, che sono veri. Poesie non scritte con la metrica classica, ma armoniose, molto piacevoli, tanto da definirle classiche. L'autore si è divertito con il lettore, poesie scritte a due mani, si intravede un colloquio diretto con il lettore. Credo che le poesie da sole riescono a spiegarsi meglio, a parlare, perciò bisogna prima leggerle e poi se ne può parlare.

Marcello de Iorio, romano di adozione, classe 1932, ha avuto una vita molto interessante dal punto di vista del lavoro, ha infatti svolto la sua attività prima presso la Banca d'Italia, sede centrale di Roma, poi in magistratura, con funzioni sia giudicanti che requirenti, in varie residenze, infine, come libero professionista in veste di notaio. Naturalmente, la diversa attività professionale svolta gli ha acuito la capacità di cogliere gli aspetti del carattere degli uomini, di saper avvicinare con maggior facilità la gente per avere un migliore contatto umano. Il suo carattere è alquanto graffiante, affronta i problemi della vita sempre con un pizzico di aggressione. È inutile dire che questo suo carattere lo avvicina molto di più alla poesia Romana, di per se stessa dolce, ma ironica. Per la Gangemi Editore ha già pubblicato “A Roma bella - poesie romanesche e …”.