Protreptico

Quid pro quo



Autore:
Collana: Storia, Filosofia, Religione
Formato: 15 x 21 cm
Legatura: Filorefe
ISBN13: 9788849240276
ISBN10: 9788849240276
Ub.int: T700E VFdS

Anno di edizione:
Pagine: 240

Contenuto: Aldilà della logica (metalogica), vi è l'apparenza soggettiva in “io patologico deduttivo causa”: hare5 (mutazione genetica della neocortex). Ma cos'è la logica? Logici sono i ‘logoi' o ragionamenti dialettici negativi fatti da Zenone della scuola di Elea attraverso la “dicotomia” (tagliare a metà) lo spazio per giungere all'infinito dello zero assoluto del “panta stenai” (tutto fermo) come confutazione del “panta rei” (tutto scorre) di Eraclito di Mileto… Tali ragionamenti sono definiti paradossi ossia “reductio ad absurdum”, dimostrazione per assurdo della realtà oggettiva (computazione quantica) in “essere in quanto tale, oggetto” o “non ente” in “io soggetto” (computazione classica) di Aristotele… Con supremazia quantica del tutto sul nulla esistenziale di Gorgia o del “non essere” (principio del nichilismo)… Non c'è e non ci sarà mai (Platone).

Valerio Giuffrè esercita l'arte medica, ma la sua vera priorità è, esclusa la genetica nel cui DNA o genoma sa riconoscere la realtà dell'essere dall'apparenza del non essere, la “filosofia” dell'ubi maior occidentale sul minor cessat orientale nel contesto del terzo escluso (tertium non datur) culturale. Extrema ratio: difesa ad oltrenza del Nostro sapere, pena per i traditori paradossalmente le famose: Taigeto o rupe Tarpea... È autore di numerosi testi filosofici. In qualità di artista ha ottenuto il “Premio Rieti sul Risorgimento Italiano” e il “Premio Spoleto Festivalart 2011”. Ha partecipato a numerosi expo nazionali e internazionali; nel 2013 al Maschio Angioino di Napoli gli viene conferito il “Premio Europeo Oscar Wilde per la cultura”.