PROmemoria volume 1

Bari. Arte contemporanea e istituzioni pubbliche 1980-2021



Autore:
Collana: Arte
Formato: 17 x 24 cm
Legatura: Filorefe
ISBN13: 9788849245196
ISBN10: 9788849245196
Ub.int: T402A

Anno di edizione:
Pagine: 272

Contenuto: Il libro presenta una mappatura ragionata e dettagliata delle principali mostre d'arte moderna e contemporanea ospitate negli spazi istituzionali baresi negli ultimi quarant'anni. Una griglia storica, che coniuga il rigore scientifico con riflessioni critiche sul sistema dell'arte in città, come occasione di organica sistemazione a fini conoscitivi realizzata… a futura memoria.

Noi siamo la memoria che abbiamo e la responsabilità che ci assumiamo. Senza memoria non esistiamo e senza responsabilità forse non meritiamo di esistere.
José Saramago, Quaderni di Lanzarote

Il progetto editoriale “Pro Memoria”, promosso dall'Accademia di Belle Arti di Bari per i suoi 50 anni, intende farsi promotore di una rivisitazione storica - critica delle esperienze vissute dagli operatori dell'arte e dalle istituzioni culturali nell'area metropolitana di Bari in questo lungo periodo storico. È un percorso conoscitivo che è stato avviato con l'intensa narrazione condotta, su committenza dell'Accademia, dal decano Pietro Marino con i suoi Diari dell'arte Levante. Bari 1960-1980 (Gangemi Editore, 2021).
L'iniziativa prosegue con un approccio saggistico a più voci strutturato su tre volumi. Il primo, che viene qui proposto, riprende e completa l'asse diacronico di ricostruzione complessiva dei fenomeni di rilevanza pubblica che hanno segnato la storia istituzionale dell'arte contemporanea nella città di Bari, ripartendo dagli anni Ottanta del secolo scorso per inoltrarsi nel primo ventennio dei 2000, sino ad oggi. Negli altri due volumi, di prossima pubblicazione, il campo d'indagine sarà allargato con metodo sincronico all'intero territorio metropolitano: con focus su temi specifici e sulle maggiori iniziative locali che hanno arricchito lo scenario della creatività e della conoscenza. Particolare attenzione viene rivolta al sistema complesso dell'arte visiva (mostre, istruzione e comunicazione artistica, spazi espositivi), in rapporto con altri ambiti disciplinari. Risulteranno cosí più evidenti ragioni e movenze della presenza attiva dell'Accademia di Bari nel contesto di una storia meridionale ricca di luci e densa di ombre. Ma che non ha perso il senso dei pensieri e delle emozioni che l'arte trasmette al corpo della società. Anzi ne vuole accrescere la forza di cambiamento. Coniugando il passato col presente, la memoria col progetto, per aprirsi alle sfide del futuro.
G. Chielli e A. Marino

Lia De Venere, nata a Bari, si è laureata in Lettere moderne all'Università di Bari e ha compiuto studi di specializzazione in Storia dell'Arte presso le Università La Sapienza di Roma e di Urbino. Già docente di Storia dell'arte contemporanea presso l'Accademia di Belle Arti di Bari e a contratto (2004-2013) presso l'Università di Bari, ha collaborato al progetto della Galleria delle arti contemporanee e del design promosso dalla Provincia di Bari (2000) e svolto attività di ricerca presso musei e istituzioni pubbliche in Italia e in Francia. Autrice di numerosi saggi e articoli, ha curato mostre (e i relativi cataloghi) per istituzioni pubbliche e gallerie private in Italia e all'estero (Stoccarda, Amburgo, Bratislava, Londra, Lisbona) e tenuto conferenze nelle università di Bratislava, Saarbrüken, Trier, Heidelberg, Tubingen, Stoccarda. Collabora ad «Arteconomy24» de «Il sole 24 ore» online, alla rivista «Segno» e a www.artribune.com.

Antonella Marino, nata a Bari, laureata in Lettere all'Università degli Studi di Bari, ha conseguito il diploma di perfezionamento in Storia dell'Arte presso l'Università degli studi di Urbino. Titolare della cattedra di Storia dell'Arte all'Accademia di Belle Arti di Bari, attualmente è direttore del Dipartimento di Arti Visive. Giornalista pubblicista, collabora con «Repubblica» - Bari e scrive per riviste nazionali di arte contemporanea come «Flash Art» e «Segno». Autrice di diversi saggi critici e curatrice di numerose mostre per istituzioni pubbliche e private, ha pubblicato i volumi L'arte e la macchina e La pittura di paesaggio in Puglia (Edipuglia, Bari 1986) e (con Maria Vinella) Keywords - Decalogo per una formazione all'arte contemporanea, Franco Angeli, Milano 2016; Coltivare l'arte. Educazione Natura Agricoltura, Franco Angeli,
Milano 2018.