Paesaggi da decifrare

Gli sguardi del progetto



Autore:
Collana: Architettura, Urbanistica, Ambiente
Formato: 17 x 24 cm
Legatura: Filorefe
ISBN13: 9788849224795
ISBN10: 8849224796
Ub.int: T313E V04f

Anno di edizione:
Pagine: 112

Contenuto: Non più sfondo, il paesaggio diviene lui stesso l'oggetto e l'effetto delle nostre azioni. Pur sottolineandone una costitutiva e originaria difficoltà: cosa significa costruire, disegnare, riprogettare un paesaggio? Risultato provvisorio di un immaginario territoriale, che continuamente sfugge all'oggettività della rappresentazione, il paesaggio rientra a pieno titolo nelle giurisdizioni del progetto. Pensarlo come contenitore è solo una forzata metafora, che corrisponde alla nostra volontà di riduzione del mondo ad immagini sulle quali operare. A differenza dell'opera architettonica il paesaggio non ha una struttura, un meccanismo indipendente dal suo ordinamento visivo: “non si dà qualcosa in cui avvenga il paesaggio: il paesaggio è assieme la struttura e il proprio contenuto”. Una radicale provvisorietà contraddistingue allora le azioni conoscitive e i dispositivi del progetto che ricercano criteri interpretativi, predispongono apparati operativi, sperimentano meccanismi di regolazione spaziale comune tra artificio e natura. Il volume raccoglie in modo sistematico gli esiti di studi e ricerche effettuati lungo l'invaso del fiume Esino – Gola della Rossa, nella porzione compresa tra il Comune di Serra San Quirico e il Comune di Genga. Una sovraccarica realtà dove l'uomo ha impresso prepotentemente i suoi sigilli, ma dove ancora si appresta a provvedere, restaurare, soccorrere le sue stesse offese al paesaggio.

Antonella Falzetti è ricercatore confermato di Composizione architettonica e urbana presso l'Università di Roma Tor Vergata. È professore aggregato di Progettazione architettonica per il recupero degli edifici e di Progettazione urbana. Ha partecipato a numerosi progetti di ricerca finanziati nazionali e internazionali, anche come coordinatrice. È vincitrice di numerosi concorsi di progettazione in qualità di capogruppo. È autrice della monografia La chiesa Dio Padre Misericordioso di Richard Meier (2003). Ha pubblicato tra l'altro Paradigmi di intervento nelle trasformazioni del paesaggio urbano-fluviale”, (2008); Progetto e infrastruttura: le trasformazioni dell'interfaccia città–porto–canale di Senigallia (2009); Gigantismo delle infrastrutture e miscrosistemi urbani. Il ruolo del progetto (2012); Regole e linguaggio della riqualificazione: la ricomposizione di un progetto di suolo (2012).

Luigi Ramazzotti è professore ordinario di Composizione architettonica e urbana presso l'Università di Roma Tor Vergata. In questa sede è stato coordinatore e responsabile scientifico di numerosi progetti di ricerca internazionali e nazionali. Ha pubblicato tra l'altro: Tradizione e scoperta del nuovo. Manuali francesi nei primi anni dell'Ottocento (2003); Attraversare i luoghi con il progetto (2004); Memoria e progetto (2010); Il progetto architettonico della riqualificazione. Qualità materiale dell'architettura e prerogative del sistema urbano (2012). Ha vinto numerosi concorsi di progettazione; tra le sue realizzazioni il Centro culturale di Nuoro, il Centro sociale di Assemini, la Caserma della Polizia di Stato di Alghero.