Metamorfosi di una città

Scilla, le trasformazioni architettoniche e urbanistiche dalle origini al XX secolo



Autore:
Collana: Architettura, Urbanistica, Ambiente
Formato: 22 x 24 cm
Legatura: Filorefe
ISBN13: 9788849223934
ISBN10: 8849223935
Ub.int: T428C

Anno di edizione:
Pagine: 240

Contenuto: Pur essendo uno dei più decantati centri storici della Calabria, noto non solo per le sue bellezze paesaggistiche, ma sopratutto per il mito omerico che l'ha resa famosa in tutto il mondo, non si conosce molto sulla storia urbana di Scilla, a partire dal nesso che lega il mito ai luoghi, al rapporto esistente tra i luoghi e le sue architetture, alla loro storia, alle loro trasformazioni e le diverse facies che hanno caratterizzato le polarità del suo impianto urbano, mutando continuamente il suo volto fino alla formazione di quello attuale. Integrando, approfondendo, collegando e riorganizzando la gran messe di documenti raccolti e accumulati in anni di ricerca, le riflessioni sedimentate e le conoscenze maturate, il volume ricostruisce le trasformazioni del centro storico di Scilla, a partire dalle sue origini fino al XX secolo, mediante anche l'analisi interpretativa dei tessuti edilizi e lo studio delle trasformazioni delle principali polarità urbane e delle emergenze architettoniche che li conformano.

MARIA FIORILLO, Ricercatore in Storia dell'architettura all'Università Mediterranea di Reggio Calabria, Dipartimento Patrimonio Architettonico e Urbanistico (PAU) dove dal 1998 svolge la sua attività di ricerca nel campo della Storia dell'architettura e della città e tiene diversi Corsi di Storia dell'architettura moderna, Storia dell'architettura medievale e Storia dell'architettura contemporanea nei Corsi di Laurea in Architettura quinquennale e nel corso di Laurea in Architettura Cega (triennale) presso l'Università Mediterranea di Reggio Calabria. È autrice di numerose pubblicazioni nel campo della Storia dell'architettura e della città. Tra queste relative al territorio di Scilla: il volume Il castello Ruffo di Scilla, da monastero-fortezza a residenza feudale a forte militare, Gangemi Editore, Roma 2004 e numerosi saggi relativi a opere architettoniche di Scilla. In particolare: La chiesa dell'Immacolata di Scilla nelle sue diverse fasi architettoniche, La chiesa di San Giuseppe e il convento dei Crociferi di Scilla, Espressioni tardo barocche in Calabria: la chiesa dello Spirito Santo di Scilla, nei “Quaderni del Dipartimento Architettonico e Urbanistico (PAU) n° 3-14 (1997), n° 16- 18 (1998-99), n°27-28 (2004), Gangemi Editore.