Le Corti Europee del Teatro Barocco

Disegni di scenografie fra Italia, Francia e Impero: le collezioni di Stoccolma e di Budapest



Autore:
Collana: Arte
Formato: 21 x 29,7 cm
Legatura: Filorefe
ISBN13: 9788849240153
ISBN10: 9788849240153
Ub.int:

Anno di edizione:
Pagine: 480

Contenuto: Collana Il genio delle arti: storie e interpretazioni diretta da Marcello Fagiolo

La grande tradizione scenica dell'Italia, della Francia e dell'Impero costituisce lo sfondo dei disegni dell'album Carignano (Accademia Reale di Belle Arti di Stoccolma) e dell'album di Sopron (Museo e Istituto Nazionale della Storia del Teatro di Budapest), espressioni di una cultura teatrale irradiata nelle corti nazionali europee e di una rete di interrelazioni nell'evoluzione del teatro barocco, inteso non solo nella sua accezione letteraria e sociale, ma anche nel campo delle più avanzate scienze prospettiche, ottiche, acustiche, definendo i contorni di repertori figurativi e iconografici diffusi su scala internazionale. Il libro vede la luce in un doppio anniversario: a quattrocento anni dalla nascita di Molière, protagonista del teatro moderno, ma anche di quel fatidico 12 marzo 1622 che vide la canonizzazione congiunta in Vaticano dei grandi santi della Controriforma: Ignazio di Loyola, Francesco Saverio, Filippo Neri, Teresa d'Avila. Celebrazione trionfale della Chiesa controriformata, l'evento suggellava uno spartiacque della storia moderna, spirituale e politica, ma anche della cultura dell'effimero, delle rappresentazioni pubbliche, della scenografia sacra, della tradizione teatrale.

Saggi e contributi di: Marcello Fagiolo, Saverio Sturm, Jérôme de La Gorce, Martin Olin, Francesca Iozia, Alice Mattias, Adriano Prosperi, Aldo Roma, Terézia Anna Bardi, Sofia Ekman

MARCELLO FAGIOLO (Roma, 1941) si laurea in storia dell'arte con G.C. Argan nel 1963. Libero Docente in Storia dell'Architettura (1968), è stato Professore ordinario di Storia dell'Architettura a Firenze (dal 1974) e a Roma “La Sapienza” (2000-2011). Tra il 1980 e il 1997 dirige i Corsi Internazionali di Alta Cultura dell'Accademia dei Lincei. Fonda e/o dirige il “Centro di studi sulla cultura e l'immagine di Roma” (1981), il “Centro Internazionale di Studi sul Barocco in Sicilia” (1982), il “Centro di Studi sul Barocco della Provincia di Lecce” (1989). Consulente del Ministero per i Beni Culturali dal 1980, è stato Segretario scientifico dei Comitati Nazionali per Bernini e Raffaello, Coordinatore del Comitato Nazionale per Sisto V e Presidente dei Comitati Nazionali per Pirro Ligorio e per “Roma e la nascita del Barocco”. Presidente del Comitato Nazionale per lo studio e la conservazione dei giardini storici. Dal 1980 coordina alcuni programmi nazionali sul Barocco in Italia, in collegamento coi programmi dell'Unesco e del Consiglio d'Europa. Direttore dell'Atlante del Barocco in Italia (programma di 30 volumi regionali e 10 volumi tematici). Segretario della “Edizione Nazionale delle opere di Pirro Ligorio” (prevista in 40 volumi). Tra i suoi volumi sul barocco: La reggia di Caserta (1963); Bernini (con Maurizio Fagiolo, 1966); Barocco latino-americano (1980); Palermo “teatro del sole” (con M.L. Madonna, 1981); Lecce (con V. Cazzato, 1984); Barocco romano e barocco italiano (con M.L. Madonna, 1985); Atlante del Barocco in Italia: Terra di Bari e Capitanata (con V. Cazzato e M. Pasculli Ferrara, 1996); Bernini e la Roma di Alessandro VII (con A. Coliva, 1999); Roma barocca (con P. Portoghesi, 2006); Atlante del Barocco in Italia: le Capitali della Festa, 2 voll., Roma 2007; Roma barocca: i protagonisti, gli spazi urbani, i grandi temi (2013).

SAVERIO STURM (Padova, 1965) insegna Storia dell'Architettura presso il Dipartimento di Architettura dell'Università Roma Tre. Studioso del Barocco italiano e internazionale, dell'architettura degli ordini religiosi della Controriforma, in particolare dei Carmelitani Scalzi nel mondo europeo e ispano-americano, delle relazioni culturali e artistiche tra Italia e Svezia in età moderna e contemporanea, ha coordinato gruppi di ricerca per l'Atlante del Barocco in Italia e per progetti europei sui temi del viaggio di formazione, degli scambi culturali, delle contaminazioni figurative e architettoniche tra Baltico e Mediterraneo.
Per i tipi di Gangemi Editore ha pubblicato la trilogia: L'Eremo di Montevirginio e la tipologia del Santo Deserto (2002, Premio De Angelis d'Ossat 2005); L'architettura dei Carmelitani Scalzi in età barocca. Principii, norme e tipologie in Europa e nel Nuovo Mondo (2006); L'architettura dei Carmelitani Scalzi in età barocca. La ‘Provincia Romana': Lazio, Umbria e Marche (1597-1705) (2015). Tra le altre pubblicazioni: Sulla fondazione di Manziana. Dal tenimentum castri Sanctae Pupae al piano ideale del Santo Spirito (2014); Monasteri di clausura a Roma. Dalle soppressioni unitarie alla nascita del Fondo Edifici di Culto (con M. Bevilacqua e M. Caffiero, 2018); Foligno. I palazzi e la città dal Rinascimento al Neoclassico (2020).