La penisola Amalfitana

Proposta metodologica per un progetto di valorizzazione e diffusione della naturalità



Autore:
Collana: Architettura, Urbanistica, Ambiente
Formato: 22 x 24 cm
Legatura: Filorefe
ISBN13: 9788849206449
ISBN10: 8849206445
Ub.int: T454D T519c V04i V91b

Anno di edizione:
Pagine: 128

Contenuto: Collana PIANIFICAZIONE TERRITORIALE URBANISTICA ED AMBIENTALE diretta da Enrico Costa

Questo libro contiene una ricerca e un progetto. La ricerca, nasce da un'ipotesi di progetto culturale in grado di ancorarsi a precisi riferimenti teorici di carattere inter-disciplinare, verificandone i risultati in modo operativo attraverso analisi e riflessioni teoriche e concettuali. Il progetto riguarda la costruzione di un processo di sviluppo che esplora ed reinterpreta la naturalità del territorio prescindendo da una logica di protezione esclusiva di luoghi singolari ed individua, invece, una continuità ecologica tra le aree protette e l'intero sistema ambientale. Il progetto di diffusione della naturalità, di una naturalità meno elettiva e selettiva, presente in forma di diversità biologica e culturale, fa emergere il valore dell''mbiente costiero, paesaggio della transizione terra-mare e luogo di conflitti delle risorse suolo e acqua, nonché la possibilità di intensificare il modello disperso della distribuzione della naturalità dell'entroterra. La Penisola Amalfitana presenta una tale ricchezza di opere d'arte, di varietà paesaggistiche, di tradizioni storiche, culturali e sociali da renderla un unicum di straordinario interesse scientifico. Nella convinzione che lo sviluppo dell'identità territoriale precisa l'individualità e la personalità dei luoghi, ne rafforza il paesaggio, ne connota l'unicità e le peculiarità delle permanenze e delle invarianti, il lavoro proposto supera la visione della conservazione pura del paesaggio, ormai irrigidita e chiusa nelle figure della disgregazione, del catalogo e dell' isolamento, ponendosi obiettivi strategici: quello della diffusione della naturalità, in tutte le sue diverse declinazioni, nella forma di reti ecologiche e della costruzione di un paesaggio sostenibile, garantendo attraverso il progetto della trasformazione, la continuità ecologica dell'intero sistema.

Paola Giannattasio (architetto), è dottore di ricerca in Pianificazione Territoriale presso il Dipartimento (SAT), del Corso di Laurea in Pianificazione Territoriale, Urbanistica e Ambientale della Facoltà di Architettura, dell'Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria. Assegnista, svolge attività di ricerca presso il Dipartimento (SAT) diretto dal prof. Enrico Costa, e attraverso anche i suoi piani si è dedicata alla sperimentazione progettuale in campo urbanistico e architettonico. Ha pubblicato diversi contributi in libri e riviste specializzate sui temi dell'urbanistica, dell'ambiente e dell'assetto del territorio ed in modo specifico delle trasformazioni urbane e riqualificazione a scala vasta. Per i tipi della Gangemi editore ha pubblicato “Le trasformazioni e il progetto urbano. Una metodologia operativa per una nuova dialettica tra piano e progetto” Roma, 2002.