La Linea veneta del federalismo



Autore:
Collana: Sociologia, Politica
Formato: 13,5 x 21 cm
Legatura: Cartonato
ISBN13: 9788874489862
ISBN10: 8874489862
Ub.int: T442D V91e V36c V35f

Anno di edizione:
Pagine: 208

Contenuto: Collana «Nuovo Millennio» n.11

Questo volume sulla Linea Veneta del Federalismo presenta lo sviluppo del Federalismo Antropologico Veneto attraverso alcuni scritti di Angelo Messedaglia, Fedele Lampertico ed Emilio Morpurgo e alcuni scritti sulla cooperazione di Luigi Luzzatti. Dai saggi si desume quanto sia stata efficace, su questa scuola, l'influenza sia dell'insegnamento di Giandomenico Romagnosi, attraverso il suo allievo Andrea Zambelli, sia dell'altrettanto rilevante insegnamento di Antonio Rosmini. Gli studiosi veneti autori di questi saggi non furono eclettici, ma tentarono una sintesi della migliore filosofia politica laica e cattolica e, mentre sul piano politico sono noti per avere preparato il terreno all'egemonia del cattolicesimo prima liberale e poi sociale nel Veneto, sul piano culturale essi aprono la strada alla grande riflessione federalista di Silvio Trentin. L'idea che guidò il loro progetto politico fu che potesse costruire un'autonoma capacità di ricerca (da ciò la loro attenzione alla statistica), l'istruzione dei cittadini e l'atteggiamento cooperativistico, fossero tutti elementi tendenti a costruire la mente secondo la tradizione vichiana.

Giuseppe Gangemi, docente di Metodologia e Tecnica della Ricerca Sociale alla Facoltà di Scienze Politiche all'Università di Padova. Ha pubblicato varie opere sul tema del federalismo: La Questione Federalista. Zanardelli Cattaneo e i cattolici bresciani (1995); Meridione, NordEst, Federalismo (1997); Federalisti Contro. Da Althusius a Silvio Trentin (1997). Nella stessa collana ha curato il volume: Carlo Cattaneo, Arcangelo Ghisleri, Giuseppe Zanardelli "La linea lombarda del federalismo"

Indice del volume:
Giuseppe Gangemi, Il federalismo antropologico veneto;
Angelo Messedaglia, Tre prelezioni al corso di statistica;
Fedele Lampertico, Sulla statistica teorica in generale e su Melchiorre Gioja in particolare; Delle scienze nel veneto dal 1815 al 1866;
Emilio Morpurgo, Antonio Rosmini-Serbati e i suo concetti sull'ufficio scientifico della statistica; L'ufficio scientifico e l'assunto civile della statistica; Le inchieste della repubblica di Venezia
Luigi Luzzatti, L'economia politica e le scuole germaniche; La commemorazione di Schulze-Delitzsch a Cremona