In luoghi d'avanguardia antica

Interviste impossibili a Brunelleschi, Tiepolo, Bramante, Bellori

Autore:
Collana: Architettura, Urbanistica, Ambiente
Formato: 17 x 24 cm
Legatura: Filorefe
ISBN13: 9788874480197
ISBN10: 8874480199
Ub.int: T066c V03h

Anno di edizione:
Pagine: 240

Contenuto: In un momento di scetticismo metodologico, di neo accademismo o d'improvvisazione, con il rischio di un generale riflusso culturale, allorché parlare di avanguardia è passato di moda, la presente raccolta di saggi eruditi, specialmente di argomento architettonico, intende ripresentare, in modo drammatico, casi esemplari di contrasto e lotta fra individui e gruppi che creano il nuovo e la società che al rinnovamento si oppone.
La campionatura riguarda varie epoche: Milano gotica, il rinascimento dell'Italia centrale, la discussione di più secoli sul manierismo, il sensismo tardobarocco. Progetti, opere sono discussi con diversi metodi di indagine, a volte inconsueti, e presentati come stimoli o correttivi per l'operare di oggi.

Eugenio Battisti è autore di monografie su artisti italiani, come Cimabue, Giotto, Brunelleschi, Piero Della Francesca, e di tre diversi volumi sul periodo che vede la cosificazione della cultura moderna, anche nelle arti: rinascimento e barocco, del 1960, che considera aspetti del rapporto fra letteratura, politica e le arti e che include alcuni dei primi studi di tipo iconologico pubblicati in Italia, l'antirinascimento, del 1962, che dà una prima, provvisoria mappa delle tendenze anticlassiche del periodo, considerandone origini e sopravvivenza, La renaissace à son apogée, Parigi 1978, che esamina il momento di transizione fra quattro e cinquecento. Egli è stato promotore di programmi comparativi di ricerca, come la "Storia delle idee estetiche" ed ora l'"Europa delle corti", ha partecipato, come redattore, alla stesura dell'Enciclopedia universale dell'arte, è stato associato con riviste come Marcatré, L'arte, Psicon, membro dell'Istitute for the Arts and Umanistic Studies, Evan Pugh Professor of Art History, è presidente della Società Italiana per l'Archeologia Industriale.