Il volo di Dio

... più o meno all'altezza della zampa del coccodrillo...



Autore:
Collana: Letteratura e linguistica
Formato: 17 x 24 cm
Legatura: Filorefe
ISBN13: 9788849208887
ISBN10: 884920888X
Ub.int: T303c V22i

Anno di edizione:
Pagine: 96

Contenuto: N° 79 della collana "Le storie della Storia" fondata da Giuseppe Selvaggi e diretta da Silvio Traversa

Un'infermiera che odia la musica, un pittore ubriaco, un circo che vola, un commissario vestito da ballerina di Rio... Un romanzo dai toni surreali, che lascia al lettore il dubbio se siano i personaggi ad essere frutto della fantasia della protagonista, oppure se sia essa stessa il prodotto della loro immaginazione. Una storia “visiva” che ha suscitato da più parti l'interesse ad una trasposizione cinematografica.


Francesca Garcea, regista calabrese, dopo la laurea in sociologia, apre a Roma il Teatro dei Contrari. Molte le regie teatrali di opere dell'autore Peter Handke (sceneggiatore di molti film di Wim Wenders), tra le quali ricordiamo “Viaggio in piroga”, “Insulti al pubblico” e “L'ora in cui non sapevamo nulla l'uno dell'altro” rappresentato presso gli studi di Cinecittà.
Ha scritto e messo in scena la drammaturgia di “Cent'anni di solitudine” di G. G. Marquez, l'ultima sua regia teatrale nel 2004 è stata il testo di Tonino Guerra “Lo specchio delle farfalle”. Di recente ha realizzato il suo primo lungometraggio dal titolo “U lupu”, un film in dialetto calabrese.
Con questa opera prima nata inizialmente come sceneggiatura, per Francesca Garcea si apre la carriera di scrittrice in unità alla sua attività di regista.




Rassegna Stampa