I fori Imperiali

Nei disegni di architettura del primo Cinquecento



Autore:
Collana: Architettura, Urbanistica, Ambiente
Formato: 17 X 24 cm
Legatura: Filorefe
ISBN13: 9788849200287
ISBN10: 8849200285
Ub.int: T515C T712F V03b V16e V25c BRAMP

Anno di edizione:
Pagine: 256

Contenuto: Le nuove ricerche nell'area dei Fori Imperiali sono destinate a cambiare il volto di Roma Antica e di Roma contemporanea. L'attività di scavo, però, permette di leggere quanto è rimasto, ma non può, da sola, restituire quanto è perduto. Con i mezzi specifici della storia dell'architettura, pertanto, l'autore cerca di portare un contributo all'analisi dei monumenti, antichi e moderni, dell'area dei Fori. Punto di partenza è il riesame di un nutrito gruppo di disegni rinascimentali, accomunati da spiccate caratteristiche documentarie: il campo di interesse si é quindi ristretto ad un piccolo numero di artisti i cui disegni, tutti peraltro notissimi, mostrano obiettivi riscontri con la realtà monumentale restituita dagli scavi. È dall'interrelazione fra di essi che scaturisce una serie di proposte: una prima fase progettuale del foro Transitorio, l'assetto definitivo del lato occidentale dello stesso foro, la localizzazione di un arco di Marco Aurelio (sfuggito finora ad ogni tentativo di posizionamento), nonché alcuni contributi alla genesi progettuale del foro di Cesare e, di conseguenza, della chiesa cortoniana dei SS. Luca e Martina, o concernenti l'assetto di via dei Fori Imperiali (cosí come ci era pervenuta). Proposte che, quindi, non vengono presentate come dati acquisiti ed inoppugnabili, ma come materiali di lavoro la cui validità deve essere continuamente sottoposta alla verifica incrociata della congruità con i resti monumentali e della compatibilità con i risultati acquisiti dalle altre discipline.

Alessandro Viscogliosi, architetto, dal 1996 è ricercatore di Storia dell'Architettura Antica e Medioevale presso il Dipartimento di Storia dell'Architettura, Conservazione e Restauro dei Beni Culturali dell'Università di Roma "La Sapienza". Studioso di architettura ellenistica (conta al suo attivo numerose campagne di scavo e ricognizione nei Paesi del Mediterraneo orientale) e romana (ha pubblicato il volume "Il tempio di Apollo in Circo e la nascita del linguaggio architettonico augusteo"), estende il suo interesse a tutti i campi per cui l'Antichità debba essere considerato un referente fondamentale: dal Tardoantico (sta curando il settore Architettura della Mostra giubilare: "Aurea Roma: dalla Roma Pagana alla Roma Cristiana") al Rinascimento (ha compiuto studi sulla tecnica costruttiva antica e sulla cupola di S. Pietro), alla storia dei giardini (Horti Farnesiani al Palatino). Attualmente, oltre all'attività didattica nella Facoltà di Architettura dell'Università di Roma "La Sapienza", è consulente della Sovraintendenza ai Beni Culturali del Comune di Roma per lo studio storico-architettonico dei Fori Imperiali e dell'area del Circo Flaminio, e per la riqualificazione dei monumenti di Piazza Augusto Imperatore (Ara Pacis, Mausoleo di Augusto). Da oltre dieci anni è delegato culturale per Roma ed il Lazio del FAI ­ Fondo per l'Ambiente Italiano.