Giuseppe Mazzini e i Democratici nel Quarantotto Lombardo

Istituto per la storia del Risorgimento Italiano



Autore:
Collana: Storia, Filosofia, Religione
Formato: 17 x 24 cm
Legatura: Filorefe
ISBN13: 9788849213706
ISBN10: 8849213700
Ub.int: T423A T511c V91f V23f

Anno di edizione:
Pagine: 352

Contenuto: Collana FONTI dell'ISTITUTO PER STORIA DEL RISORGIMENTO ITALIANO n. 96

Il libro, attraverso un'accurata e dettagliata disamina delle fonti primarie coeve (in particolare carteggi, giornali e documenti manoscritti ed a stampa), rivisita l'azione di Mazzini, di Garibaldi e di altri patrioti di primo e di secondo piano nella Lombardia redenta dalle Cinque giornate, con uno sguardo agli antecedenti ed agli avvenimenti successivi. L'autore però ha dato rilievo anche ai "dimenticati dalla Storia", cioè a quei tanti sconosciuti che non occuparono ruoli dirigenti o non apportarono contributi teorici al dibattito risorgimentale, ma che fecero sí che l'Italia vivesse la stagione della "primavera dei popoli" grazie al loro coraggio ed ai loro sacrifici spinti talvolta fino all'estremo. Del resto non furono solo i grandi personaggi a dare vita al Quarantotto italiano, un nodo cruciale della nostra storia, perché entrò prepotentemente in scena quel popolo che per tanti anni i democratici avevano cercato di chiamare alla lotta affinché la nostra penisola conquistasse l'indipendenza, la libertà e la nazionalità.
Dal volume emerge quindi un quadro articolato e vivace in cui risalta l'importanza del cosiddetto "partito d'azione" con le sue componenti e le sue figure più o meno famose. Indubbiamente i democratici del Risorgimento commisero molti errori e mostrarono limiti progettuali e politici, ma riuscirono a forgiare la coscienza nazionale scrivendo pagine indelebili nel nostro lungo e tortuoso cammino per diventare una nazione.


GIOVANNI LUSERONI, docente di Storia contemporanea nell'Università del Molise, si occupa prevalentemente del Risorgimento con particolare attenzione agli aspetti politici, alla circolazione delle idee ed alla formazione di una coscienza civile e sociale nei ceti meno abbienti. Ha pubblicato numerosi saggi su riviste quali Critica storica, Rassegna storica toscana, Il Risorgimento, Rassegna storica del Risorgimento. È autore anche dei seguenti volumi: La stampa clandestina in Toscana (1846-47). I "bullettini", Firenze, Olschki, 1988; Cronache della Rivoluzione francese. La "Gazzetta universale" del 1789, Milano, Angeli, 1990; Giuseppe Montanelli e il Risorgimento, Milano, Angeli, 1996. Ha curato inoltre le Interdizioni israelitiche di CARLO CATTANEO, sia per la Regione Lombardia e l'Istituto lombardo (Milano, Mondadori, 2002), sia per il Comitato nazionale per le celebrazioni del bicentenario della nascita di Carlo Cattaneo (Firenze, Le Monnier, 2005).