Giulio De Angelis architetto

Progetto e tutela dei monumenti nell'Italia umbertina



Autore:
Collana: Architettura, Urbanistica, Ambiente
Formato: 17 x 24 cm
Legatura: Filorefe
ISBN13: 9788849209198
ISBN10: 8849209193
Ub.int: T456E T514B V03d

Anno di edizione:
Pagine: 208

Contenuto: Collana Antico/Futuro diretta da Claudio Varagnoli n.3

La prima monografia su Giulio De Angelis, architetto fra i migliori della Roma della fine Ottocento è noto al grande pubblico almeno per un edificio: la sede degli ex Magazzini Bocconi in largo Chigi, uno dei pochi autentici avamposti della modernità nella Capitale umbertina. L'analisi serrata sull'attività di De Angelis costituisce l'occasione per indagare tendenze e incertezze di una generazione di architetti che cercava di rispondere ai bisogni della società in cambiamento: la sede del "Popolo Romano" in via Due Macelli, la Galleria Sciarra e gli edifici vicini, i villini al Macao e al Gianicolo testimoniano lo sforzo di rinnovare il panorama architettonico cittadino e nazionale, grazie anche alle conoscenze delle esperienze maturate in Francia e negli Stati Uniti. Un momento importante nella carriera di De Angelis è rappresentato dalla direzione dell'Ufficio Tecnico Regionale per la Conservazione dei Monumenti (la futura Soprintendenza), che gli consente di gestire importanti cantieri di manutenzione e restauro tra Roma, il Lazio e l'Abruzzo, con innovazioni di rilievo nelle soluzioni tecniche approntate; alla sua reggenza risale infatti una delle opere più sintomatiche del periodo, il restauro della Loggia dei Papi a Viterbo.

Enza Zullo (Isernia 1970) è architetto e dottore di ricerca in storia dell'architettura e restauro (2004) presso la Facoltà di Architettura dell'Università degli Studi di Chieti-Pescara. Collabora attualmente all'attività scientifica dei corsi di "Teoria e storia del restauro" e "Laboratorio di restauro I\A" presso la medesima istituzione ed è professore a contratto di "Teoria e storia del restauro" presso il corso di laurea specialistica in Scienze dei beni archeologici ed artistici dell'Università degli Studi del Molise. Ha pubblicato saggi sulla storia dell'architettura e del restauro in Molise tra cui La cattedrale di Isernia, ed. Vitmar 1996.