Gilberto Corretti. Autobiografia

Pensieri e foto della mia vita



Autore:
Collana: Disegno, Rilievo, Design
Formato: 17 x 24 cm
Legatura: Filorefe
ISBN13: 9788849245455
ISBN10: 9788849245455
Ub.int: T514C VFdS

Anno di edizione:
Pagine: 176

Contenuto: Collana I grandi maestri

Gilberto Corretti, fiorentino classe 1941 è tra i fondatori del gruppo d'avanguardia Archizoom Associati ed è noto come architetto e designer che ha vissuto da protagonista tutta la stagione dell'Architettura e del Design Radicale. Corretti è stato anche per molti anni docente universitario e questo volume vuole sottolineare anche questo suo ruolo didattico in una disciplina mutevole e creativa come il design, che ha vissuto in prima persona attraverso l'esperienza dei corsi di progettazione negli ISIA (Istituti Superiori per le Industrie Artistiche) di Roma, Firenze e Faenza. Un professionista del design quindi, che ha sempre saputo portare all'interno dell'insegnamento la sua esperienza professionale contribuendo a forgiare il modello didattico e valoriale tipico degli ISIA.
Un'esperienza didattica diretta e concreta la sua, arricchita e aumentata da spunti progettuali sempre improntati alla ricerca del senso archetipico del “progettare” visto come un guardare “oltre”.
Un approccio alla progettazione caratterizzato dal tentativo di riscoprire (e far riscoprire) agli studenti e studentesse la loro dimensione intima e originale, quasi un'interpretazione della poetica del “fanciullino” di pascoliana memoria applicata al Design. Corretti ha sempre costruito una didattica della progettazione che – sebbene dotata di regole definite – ha saputo coinvolgere nel processo progettuale l'immediatezza del testo e del segno grafico, capaci di portare la visualizzazione di un'emozione e la cristallizzazione di un'idea. Da questa metodologia sono nate varie attività didattiche, originate dal lavoro proposto agli studenti sul tema del “gioco” proposto ed utilizzato come un metodo di progettazione introspettiva per riportarli alla loro creatività infantile e per abituarli a lavorare con le proprie mani. Sono nate cosí la serie di mostre “Giochi al Guinzaglio” che presentavano ed esponevano gli elaborati originati dai corsi tenuti in ISIA. Tra le esperienze sviluppate in ISIA Firenze è da evidenziare anche “Care Toys”, un laboratorio di ricerca e progettazione multidisciplinare di giochi e spazi ludici per le realtà pediatriche. Il laboratorio – patrocinato oltre che da ISIA, dalla Fondazione Anna Meyer, dall'Assessorato della Pubblica Istruzione di Pistoia e dalla Cooperativa Arca – ha realizzato negli anni diversi progetti, tra i quali l'arredo della ludoteca dell'Unità Pediatrica dell'ospedale Ramazzini di Carpi e delle sale giochi del Nuovo Meyer di Firenze.

L'ISIA di Firenze, Istituto Superiore per le Industrie Artistiche, è un istituto pubblico di livello universitario inserito nel comparto AFAM – Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica – del Ministero dell'Università e della Ricerca.

ISIA si occupa di design nel senso più ampio del termine, e propone un'offerta formativa articolata in corsi triennali e bienni specialistici in Design del Prodotto e della Comunicazione. L'Istituto, fondato nel 1975 con l'intento di formare nuove generazioni di professionisti designer, è una scuola attuale, la cui attività è da sempre tesa all'innovazione, al confronto e alla diffusione della cultura nell'ambito del design italiano e del Made in Italy. Da oltre quarant'anni, dunque, ISIA Firenze prepara i propri studenti e studentesse a diventare designer capaci di formulare progetti innovativi, sostenibili, adeguati alla contemporaneità e soluzioni tecniche creative provenienti da uno studio attento dal punto di vista umanistico, sociale e tecnologico.