Dialoghi di filo / Dialogues of thread

Produzione – formazione – creazione / Production – training – creation



Autore:
Collana: Arte
Formato: 22 x 22 cm
Legatura: Filorefe
ISBN13: 9788849232967
ISBN10: 9788849232967
Ub.int: T504D V12h V43g V45g V52f

Facing English text


Anno di edizione:
Pagine: 112

Contenuto: Collana QUADERNI DI CULTURA TESSILE diretta da Livia Crispolti n.1

Dialoghi di filo propone un esempio concreto di modalità operativa nel campo del tessile, valorizzando le proficue connessioni esistenti tra il settore dell'Alta Formazione Artistica, le realtà produttive italiane e il mondo delle creazioni artistiche, settori che contraddistinguono la produzione Made in Italy. Dialoghi di filo documenta la mostra curata da Livia Crispolti a Palazzo Morando dal 24 giugno al 27 novembre 2016, promossa nell'ambito di EXPO IN CITTÀ dal Comune di Milano | Cultura Servizio Musei Storici e organizzata dall'Archivio Crispolti Arte Contemporanea Roma in collaborazione con l'Accademia di Belle Arti di Brera Milano. Dialoghi di filo presenta i lavori tessili realizzati dagli studenti durante il corso di Cultura Tessile, tenuto da Livia Crispolti, presso l'Accademia di Belle Arti di Brera di Milano, assieme a ricostruzioni di abiti storici, di Maria Antonietta Tovini, e opere di Elisabetta Catamo. Tre ambiti operativi che in modo diverso utilizzano il materiale messo a disposizione da tre aziende protagoniste nel settore tessile – Alcantara®, Dedar e Dreamlux®.

Dialogues of thread offers a concrete example of operational procedures in the field of textile, turning to account the numerous connections that exist between high teaching qualifications, the reality of the productivity in Italy, and the world of artistic creativity; all these being the distinguishing traits of the “Made in Italy“. Dialogues of thread exhibition curated by Livia Crispolti, at Palazzo Morando, from 24th of June to 27th of November 2016 and promoted within the EXPO IN THE CITY project of the Milan Council for Culture, by the Historical Museum Service and the Crispolti Contemporary Art Archives Rome in collaboration with the Brera Academy of Fine Arts. Dialogues of thread presents the textile work by the students during the course of Textile Culture, held by Livia Crispolti, at the Brera Academy of Fine Arts in Milan, together with the reconstruction of historical dresses designed by Maria Antonietta Tovini, and the art works by Elisabetta Catamo. Three separate spheres making a different use of the fabrics put at their disposal by the three leading textile firms – Alcantara®, Dedar and Dreamlux®.

ELISABETTA CATAMO
Nata a Roma dove vive e lavora, si è diplomata all'Accademia di Belle Arti di Roma, dal 1978 al 2013 insegna all'Accademia di Firenze; titolare della cattedra di Decorazione. La sperimentazione e la ricerca sono una costante della sua attività artistica con esperienze legate alla pittura, al collages, alla fotografia, alle strutture tridimensionali. Il suo immaginario attinge al mondo della natura fonte primaria di coinvolgimento sensuale ed emotivo. Mostre personali e collettive in Italia e all'estero: Roma,Trieste, Siena, Milano, Spoleto, Firenze, Padova, Parma, Livorno, Urbino, Bari, Pisa, Londra, Amsterdam, Arles, Parigi, Tokyo.

Was born in Rome where she lives and works, and where she got her diploma at the Academy of Fine Arts of Rome. From 1978 to 2013 she taught at the Academy in Florence, where she is holder of the Decoration chair. Research and experimentation are a constant element in her work as an artist, with experiences connected to painting, to collage, to photography, and to three dimensional structures. For her, the natural world with its emotional and erotic involvement is the main source of inspiration. She has had one-man shows and taken part in collective exhibitions in Italy and abroad: Rome, Trieste, Siena, Milan, Spoleto, Florence, Padua, Parma, Leghorn, Urbino, Bari, Pisa, Amsterdam, Arles, Paris, Tokyo.

LIVIA CRISPOLTI
Nata a Roma nel 1976, si è formata con Marisa Bronzini nell'opificio di Cantù – Como, con Graziella Guidotti nel Tessilstudio di Firenze e presso l'Università La Sapienza di Roma e il Textile Museum di Washington DC Usa. È docente dal 2005 di Cultura tessile presso l'Accademia di Belle Arti di Brera. Indaga le contaminazioni tra cultura tessile e arti visive, opera in stretto contatto con aziende tessili e artisti contemporanei. Dal 1996 scrive di cultura tessile, ambito nel quale è attiva sia sul piano progettuale e produttivo, sia sul piano didattico. Dal 2007 al 2014 ha curato la Vetrina Ripetta 133, dell'Archivio Crispolti Arte Contemporanea Roma, spazio espositivo dedicato all'Arte Tessile dando avvio alla rassegna periodica Arte del Filo. www.archiviocrispolti.it

Born in Rome in 1976, she studied with Marisa Bronzini in her workshop in Cantù, Como, with Graziella Guidotti at the Tessilstudio in Florence, at the Sapienza University in Roma, and at the Textile Museum in Washington DC in the Usa. She teaches Textile Culture at the Brera Academy of the Fine Arts since 2005. She investigates the contaminating process that goes on between the visual arts and the textile culture, and operates in close contact with contemporary artists and the textile industries. Since 1996 she has been writing about the textile world, and is very active both in the manufacturing as in the designing aspect, as in that of teaching. From 2007 to 2014 she has been the curator of Vetrina Ripetta 133 of the Crispolti Contemporary Art Archives of Rome, an exhibition space dealing with the Art of Textile and promoting the review The Art of Threads. www.archivicrispolti.it

LUCA GHIRARDOSI
Nato a Bergamo nel 1960, scenografo ed eclettico rielaboratore di immagini e materiali, insegna Scenografia e Ambientazione per la moda all'Accademia di Belle Arti di Brera. La sua attività si è da sempre articolata in ambiti contigui e paralleli, il teatro: recenti l'allestimento di Alcina di Händel, spettacolo itinerante sull'Isola Comacina e il Rigoletto di G. Verdi al Teatro Regio di Torino; la moda: pluriennali collaborazioni con importanti marchi internazionali per la realizzazione di allestimenti per la promozione istituzionale; e ancora una personale ricerca artistica tra disegno, elaborazioni pittoriche e materiche, documentata da pubblicazioni e mostre, ultima In Insula Chiesa di S. Carpoforo Milano.

Born in Bergamo in 1960, scenographer and eclectic revisionist of images and materials, teaches Scenography and Settings for Fashion at the Brera Academy of the Fine Arts. His work has always moved in parallel and similar spheres. In the theatre, the recent staging of Händel's Ancina, a touring performance on the Isola Comacina, and G. Verdi's Rigoletto at the Turin's Teatro Regio. In Fashion, for years he has collaborated with international brand names, for the promotion of institutional presentations. He also pursues his own more personal artistic research in drawing and the processing of painting and materials, as testified by publications and exhibitions, the last one being In Insula at the S. Carpoforo Church in Milan.

ANTY PANSERA
Milanese, da sempre ricercatrice e “catalogatrice”, affascinata dalla cultura del progetto, non solo italiana, rivendica sempre la sua formazione umanistica (liceo classico al Parini e Facoltà di Lettere in Statale). E si muove con impegno “militante” dalle arti decorative ed applicate al disegno industriale, di cui sta affrontando nuovi campi abbastanza inesplorati: da quello del rapporto sport e design, a quello della progettazione al femminile. Cosí, è co-fondatrice dell'Associazione D come Design, www.dcomedesign.org, di cui è presidente. La sua costante attenzione al tema/problema della formazione si è concretizzato nell'insegnamento di Storia del Design al Politecnico di Milano (fino al 2008), all'Accademia di Brera (dove a tutt'oggi insegna) e nella presidenza dal febbraio 2010 al febbraio 2016 dello storico ISIA di Faenza.
Dal giugno 2012 al 2015 ha fatto parte del CdA della Fondazione Museo del Design della Triennale e dal 2016 è stata chiamata a far parte del Comitato Scientifico dello stesso Ente. Fa parte del trustee della Design History Foundation e di numerose Commissioni della Fondazione Cologni. Numerosissime le sue pubblicazioni, fra le quali, la più recente: La formazione del designer in Italia (Marsilio editori, 2015). Per le altre sue attività: www.antypansera.it

Milanese, for ever a researcher and “cataloguer”, fascinated by the project of culture and not only that of Italy, always claiming her Humanistic studies (the Parini Classical Secondary School and Literature at the State University). With “militant” zeal she goes from the decorative and applied arts of industrial drawing (in which she is dealing with somewhat unexplored areas, like that between sport and design) to that of design for women. She is therefore the co-founder of “D for design Association”, www.dcomedesign.org of which she is the president. Her constant attention towards the theme/problem of training, materializes itself when teaching History of Design at the Milan Polytechnic (until 2008) and at the Brera Academy (where she teaches still today) and when appointed as President from February 2010 to February 2016 of the historical ISIA Foundation. From June 2012 to 2015 she has been part of the CdA Foundation of Museum Design of the Triennale and in 2016 she has been asked to be part of the Scientific Committee of the same Institution. She is member of the trustees of the Design History Foundation and of a number of Commissions of the Cologni Foundation. Many are her published works, the most recent, being Training of a designer in Italy (published by the editor Marsilio, 2015) For her other activities www.antypansera.it

MARIA ANTONIETTA TOVINI
Nata a Milano nel 1958, esperta in ricostruzione filologica del costume e dell'abito antico (sec. XV-XX). Frequenta corsi di Storia dell'Arte presso l'Università degli Studi di Parma e l'Accademia di Brera, si laurea in Linguaggi dei Media, Lettere e Filosofia (Università Cattolica, Milano). Dal 2004 è docente presso l'Accademia di Belle Arti di Brera, corso di Tecniche sartoriali per il costume, dal 2014 corso di Modellistica – Figurino e Modello. Nel 2009 ha insegnato presso l'Accademia Ligustica di Genova (Storia e tecniche del costume). Dal 2004 si dedica costantemente all'attività di ricostruzione filologica dell'abito antico (applicazione di tecniche e patterns attraverso studi bibliografici di settore) e ricerca sul colore (tinture dei tessuti e delle fibre con pigmenti vegetali, in collaborazione con Università di Milano – Unimont).

Born in Milan in 1958, expert in the philological reconstruction of costume and ancient dresses (XV-XX Centuries). She attended the Course of Art History at the University of Parma and at the Brera Academy. She got a degree in the Language of the Media, Literature and Philosophy at the Università Cattolica of Milan. From 2004 she teaches at the Brera Academy of Fine Arts, the Course of Dressmaking Technique for costume making, and from 2014, the Course of Pattern – Model Making and Fashion Plates. In 2009 she taught History and Costume Technique at the Accademia Ligustica of Genova. From 2004 her work has perseveringly been dedicated to the philological reconstruction of ancient costume (through bibliographical studies in this sphere, the use of technique and patterns) and the research of colour (the dyeing of textiles and fibers with natural pigments, in collaboration with the University of Milan – Unimont).