Da Tortora ad Amantea

Potenzialità d'uso economico e ambientale dell'alto litorale tirrenico calabrese



Autore:
Collana: Architettura, Urbanistica, Ambiente
Formato: 17 X 24 cm
Legatura: Filorefe
ISBN13: 9788849204254
ISBN10: 8849204256
Ub.int: T403E V02g V92b

Anno di edizione:
Pagine: 416

Contenuto: Collana PIANIFICAZIONE TERRITORIALE URBANISTICA ED AMBIENTALE diretta da Enrico Costa

Oggi insegnare e fare ricerca in urbanistica, soltanto per formare architetti ed ingegneri più consapevoli nel campo della pianificazione, sapendo che cosí non si formano veri pianificatori, ma solo architetti ed ingegneri migliori, non può essere pienamente soddisfacente. La disciplina è cresciuta ed occorre, e la si sta fondando, una scuola specifica. “Pianificazione territoriale, urbanistica ed ambientale” vuole essere una sede di dibattito autonomo, ma che affianchi questo processo, e non è un caso che le si sia voluto attribuire la stessa denominazione di quella che sarà la nuova facoltà. È una collana aperta a contributi scientifici diversi ma non eterogenei; alla ricerca di strade nuove per il rafforzamento disciplinare ed al confronto fra più voci, culture ed esperienze; ad un percorso formativo nuovo ed articolato.


Nella consapevolezza che la crescita in termini di ampliamento quantitativo dell'insediamento litoraneo non solo ha interferito negativamente con i delicati cicli ambientali locali, ma rischia – e in taluni ambiti è già arrivata – all'esaurimento per consumo o per irreversibile degrado della stessa risorsa territoriale, ed anche in considerazione del fatto che il litorale, interfaccia tra mare e costa, è – come tutti gli ambiti di transizione fra ecosistemi diversi – facilmente vulnerabile, la definizione “Potenzialità d'uso economico ed ambientale del litorale tirrenico” è stata interpretata ponendo implicitamente alla base del Progetto di ricerca un concetto di sviluppo quale progressione qualitativa verso la capacità di riconoscere, trattare, usare le risorse dell'ambiente locale. La ricerca condotta è stata finalizzata ad individuare le azioni rilevanti da attivare al fine di avviare una efficace valorizzazione delle potenzialità d'uso economico ed ambientale relativamente al potenziamento della difesa e integrità fisica del suolo e della valorizzazione delle risorse naturali, paesaggistiche ed ambientali; al potenziamento della difesa, conservazione e valorizzazione del patrimonio artistico, culturale e storico-testimoniale; al potenziamento e sviluppo delle attività economiche dell'area, in quanto compatibili. Come è stato ampiamente dimostrato, l'efficacia delle azioni da attivare è strettamente legata alla capacità di proporsi progettualmente attraverso le “misure” atte a garantire l'attivazione di un processo pianificatorio basato su relazioni tra localismo e consenso che portano a valutare le scelte più idonee per il raggiungimento degli obiettivi.