Costruire un senso del territorio

Spunti, riflessioni, indicazioni di pianificazione e progettazione



Autore:
Collana: Architettura, Urbanistica, Ambiente
Formato: 17 X 24 cm
Legatura: Filorefe
ISBN13: 9788849224825
ISBN10: 8849224826
Ub.int: T434E V02f

Anno di edizione:
Pagine: 208

Contenuto: Occuparsi di urbanistica è occuparsi dei processi di antropizzazione, ovvero di eventi non inevitabili o necessari ma che dipendono da scelte. Questo è ancor più vero nel momento in cui la globalizzazione moderna, fenomeno legato alle prima inesistenti opportunità tecnologiche – cioè la telematica, il trasporto aereo e quello ad alta velocità – sta modificando gli assetti territoriali che per millenni, ma soprattutto dalla rivoluzione industriale si sono concretizzati. Perdita di senso, di riferimenti sociali e culturali incombono e sembrano essere divenuti il prezzo da pagare per un indecifrabile percorso dettato negli ultimi decenni dall'economia che ha preso il sopravvento sulla politica, cioè l'arte di gestire la polis: più i territori sono deboli, o sono divenuti tali, più soggiacciono a queste logiche. Costruendo e realizzando il Workshop di Tropea si è iniziato a sperimentare sul campo come le riflessioni critiche elaborate possano aiutare a ricostruire un senso dello spazio e, contemporaneamente, l'abitante a divenire cum-cives. Questo libro continua il percorso dedicato all'identificazione delle nuove fenomenologie legate al formarsi della città globale e quindi al tema della ricerca di una possibile, auspicabile, identità individuale e collettiva, sostenibile sia riguardo le risorse naturali che socialmente. Se ciò lo si riuscirà a realizzare in territori oggi cosí problematici, resi ancor più distanti da opzioni economiche non troppo lontane, allora la parola speranza è lecita per l'urbanistica moderna e quindi per il bene pubblico, anzi, per il bene comune primo che è la città.

STEFANO ARAGONA, ingegnere civile edile, ricercatore in Urbanistica, Facoltà di Architettura, Reggio Calabria, Dipartimento Patrimonio Architettonico e Urbanistico. Svolge attività scientifica ed ha pubblicato in varie sedi prevalentemente sul rapporto tra trasformazioni territoriali/urbane ed innovazione tecnologica, identità locale, sviluppo e sostenibilità con particolare attenzione al rapporto tra qualità, forma ed energia secondo un approccio integrato ecologista. Argomenti che affronta, con borse di studio del Governo Olandese e del CNR, nei Paesi Bassi presso il Politecnico di Delft ed all'IPiGeT, Napoli. Al Dipartimento Tecnica Edililizia e Controllo Ambientale, Facoltà di Ingegneria, Roma La Sapienza, partecipa a ricerche sull'impatto delle nuove tecnologie. Diviene Dottore di Ricerca in Pianificazione Territoriale, Ateneo di Reggio Calabria. Grazie ad accordo bilaterale tra questa sede e la Northeastern University, a Boston consegue il Master in Economy Policy and Planning. Vince un post-dottorato di ricerca in Pianificazione Territoriale. Docente a Roma attualmente insegna nella sede di Reggio Calabria. Tra i suoi scritti principali si ricordano La Città virtuale. Trasformazioni urbane e nuove tecnologie dell'informazione ed Ambiente urbano e innovazione. La città globale tra identità locale e sostenibilità entrambi editi da Gangemi Editore, Roma – Reggio Calabria.

Con scritti di: FRANCESCO ALESSANDRIA, ANGELICA COSTA, ENRICO COSTA, GIOVANNI FIAMINGO, ROSARIO GIUFFRÈ, COSIMO GRIFFO, DANIELA GRILLO, GIUSEPPE LONETTI, RENATO NICOLINI, CRISTIANO ODDI, PAOLA PANUCCIO, DOMENICO PASSARELLI, GIOVANNI M. POMPEJANO, ANTONIO R. RIVERSO, MICHELE URBANO.