Cosenza tra rigenerazione urbana e sostenibilità



Autore:
Collana: Architettura, Urbanistica, Ambiente
Formato: 19 x 29 cm
Legatura: Filorefe
ISBN13: 9788849241099
ISBN10: 9788849241099
Ub.int: T525D V54g

Anno di edizione:
Pagine: 240

Contenuto: In questi ultimi anni abbiamo guardato con attenzione alle “città medie” e lo abbiamo fatto nella convinzione che proprio queste città di media dimensione, strette tra il delicato e fragile presidio territoriale delle aree interne e la competitività creativa ed economica delle aree metropolitane, possano produrre una forza mobilitante finora ignota e diventare la base per un rinnovato modello di sviluppo.
La città di Cosenza ne è l'esempio paradigmatico. Nell'ultimo decennio ha posto in essere tutte le condizioni per un nuovo percorso di rilancio: dalla strategia di sviluppo urbano che ne ispira e sorregge la visione programmatica, alle infrastrutture per la mobilità con le quali si stabiliscono i presupposti e le opportunità del mutamento; dagli spazi e poli urbani che ne amplificano le occasioni aggregative, all'investimento nelle opere di architettura che ne elevano il livello di qualità della vita.
In questo libro, attraverso l'illustrazione dei più recenti interventi di rigenerazione urbana realizzati a Cosenza, prende corpo una forte immagine del mutamento che può diventare la base sulla quale costruire un nuovo processo di rilancio delle città e dei territori, basato su una maggiore capacità amministrativa e su una innovativa attività progettuale.

Roberto Mascarucci già professore ordinario di urbanistica presso l'Università degli Studi “G.d'Annunzio” di Chieti-Pescara. Si occupa di progettazione del territorio e di fattibilità dei programmi di sviluppo. Su questi temi ha pubblicato oltre cento saggi e otto monografie. È stato consulente del Settore Programmazione della Regione Abruzzo, dell'Unità di Valutazione (UVAL) del Ministero del Tesoro (oggi Ministero dello Sviluppo Economico) e di Sviluppo Italia (oggi Invitalia). È presidente della Sezione Abruzzo e Molise dell'INU (Istituto Nazionale di Urbanistica), membro del Direttivo Nazionale dell'INU e responsabile della Research Community “Area Vasta e Dimensione Macroregionale”. Nell'ambito dell'attività dell'INU è il coordinatore nazionale della ricerca “30's Medium Size Cities” (Trenta conurbazioni italiane di media dimensione).

Luigi Pingitore ha studiato Architettura a Firenze e ha conseguito il diploma di master in “Management della città e del territorio” a “La Sapienza” di Roma. È stato docente del Master di II Livello “Il progetto della smart city” e docente a contratto presso il DiDA-Università di Firenze. Nella veste di consulente tecnico di soggetti pubblici e privati ha maturato un'ampia esperienza nella promozione e gestione di piani e programmi di rigenerazione urbana e territoriale. Ha ricoperto importanti responsabilità in Legambiente. Per l'Istituto Nazionale di Urbanistica è membro eletto in Consiglio Direttivo Nazionale; è stato Segretario della Sezione Toscana, componente dell'Ufficio di presidenza e, da luglio 2016 a giugno 2019, ha ricoperto la carica di Segretario generale dell'Istituto. Suoi contributi sono pubblicati in riviste specializzate e testi; ha all'attivo partecipazioni a numerosi convegni.