Corrispondenze. Teorie e storie dal landscape



Autore:
Collana: Architettura, Urbanistica, Ambiente
Formato: 17 x 24 cm
Legatura: Filorefe
ISBN13: 9788849208795
ISBN10: 8849208790
Ub.int: T410F V02f

Anno di edizione:
Pagine: 128

Contenuto: Il landscape è oggi ovunque di moda. Non solo il termine e i suoi corrispettivi nelle diverse lingue sono di sempre più frequente uso comune, ma discipline un tempo indipendenti, come l'arte, l'architettura e l'urbanistica, avvisano la necessità di associare i loro nomi a questo concetto per poter operare ed acquisire legittimità nel mondo contemporaneo, ridefinendosi a loro volta come landscape-art, landscape-architecture, landscape-urbanism. Termine vago, dai contenuti e dai confini incerti, il landscape è cosí diventato l'elemento di relazione privilegiato delle attività di design, sostituendo la preoccupazione per il contesto che aveva caratterizzato i decenni precedenti. Più adatto del contesto a rappresentare l'attuale uso allargato del territorio e la distribuzione illimitata dei fatti urbani sulla crosta terreste, il landscape appare però capace di affermarsi soprattutto perché, grazie alle sue implicite qualità visive, è molto più efficace nel rispondere al bisogno di spettacolarizzazione che l'epoca presente tanto richiede.
A questa spettacolarizzazione si consegnano anche le attività del landscape design, accettando spesso di rimanere delle pratiche accessorie, limitate a “decorare” di qualità estetiche, ambientali, economiche, programmi e progetti contraddittori. È rispetto a tale attitudine che questo libro prende posizione, rivendicando una ragione critica e un valore originale per il design. Costruendo delle “teorie” di osservazioni e raccontando delle “storie” in qualche modo alternative ai processi dominanti, esso mette in luce le molte “corrispondenze” che invitano a pensare un landscape contemporaneo differente e aperto.


Roberto Zancan, dottore di ricerca all'Istituto Universitario di Architettura di Venezia. Insegna presso l'Ecole d'Architecture de Paysage dell'Universitè de Montréal e la Facoltà di Architettura a Siracusa dell'Università di Catania.