Cinemacittà. Francesco Rosi "Le mani sulla città

Rivista internazionale di Cultura Architettonica Urbanistica Cinematografica e della Comunicazione



Autore:
Collana: Cinema, Teatro, Video, Musica
Formato: 21 x 29,7 cm
Legatura: Filorefe
ISBN13: 9788849207187
ISBN10: 8849207182
Ub.int: T508c V34c

Anno di edizione:
Pagine: 336

Contenuto: CinemaCittà nasce nell'omonimo Laboratorio universitario di ricerca scientifica. Rivista internazionale di cultura cinematografica, architettonica e urbanistica, CinemaCittà è un trimestrale bilingue (italiano ed inglese, distribuita nelle principali edicole e librerie italiane, in Europa, America e Canada), da diffondersi presso le scuole di cinema, di architettura e di arte, che apre uno spazio - inedito nel panorama culturale nazionale -, di riflessione critica e di approfondimento tecnico-scientifico, sui temi legati al rapporto cinema-città; su come il cinema possa essere strumento di lettura della città, del territorio e dell'ambiente, oltre che dell'architettura, di documentazione delle trasformazioni territoriali, urbanistiche ed ambientali, e di guida alla progettazione.
Ciascun numero della Rivista CinemaCittà affronta un tema chiave, proponendo, nel suo corpo "centrale" che è la Sezione Didattica&Ricerca, gli argomenti e i risultati degli studi e dei lavori di ricerca più avanzati in merito alle tematiche proprie della cultura cinematografica, architettonica e urbanistica.
La voce del Critico cinematografico e/o dello Storico del cinema e/o dell'architettura e dell'urbanistica, è espressa nella Sezione L'Opinione, dove l'esperto di cinema, di architettura e di urbanistica si esprime su argomenti specifici ma riconducibili ai temi più generali qua. li per esempio "la città nel cinema: ruolo, significato e rappresentazione urbana", "apporti dell'arte cinematografica per l'analisi, lo studio e la progettazione della città", ed alta ancora.
La Sezione L'Intervista dà voce ad un cineasta (regista, scenografo, direttore della fotografia, sceneggiatore, ed anche attore) il quale racconta l'idea e il ruolo che una particolare città ha nel suo o nei suoi film, oltre a riflessioni sul più generate tema dell'architettura, della città e del territorio presenti nella sua filmografia.
Il punto di vista dell'architetto o dell'urbanista, dell'ingegnere, dell'artista, del sociologo e di quanti ancora operano su e per il territorio, e contenuto nell'apposita Sezione, Una Città, Un Film, che racconta, sotto forma di schede, le suggestioni urbane suscitate dalla visione di un film e l'interpretazione che di quella città viene data con gli occhi di un "tecnico" o di un "intellettuale". Non mancheranno, naturalmente, come in tutte le riviste, diverse Rubriche di informazione e di riflessione.
Per la prima uscita di Laboratorio CinemaCittà, la Rivista, ed in occasione del conferimento a Francesco Rosi della Laurea Honoris Causa in "Pianificazione Territoriale, Urbanistica & Ambientale" da parte dell'Università Mediterranea di Reggio Calabria, è stato ideato un numero doppio a carattere monografico, che si distacca lievemente dalla struttura dei numeri "ordinari", incentrato sulla figura del grande Regista e sul suo film Le mani sulla città, Leone d'Oro alla XXIV Mostra d'arte cinematografica di Venezia, opera considerata da Urbanisti ed Architetti una vera e propria "lezione di Urbanistica". Un classico da aggiungere, al pari di libri e volumi, alle opere che fanno parte del bagaglio culturale di chi studia ed interviene sulla città.