Campagne Urbane

Paesaggi in trasformazione nell'area romana



Autore:
Collana: Architettura, Urbanistica, Ambiente
Formato: 21 x 29,7 cm
Legatura: Filorefe
ISBN13: 9788849209013
ISBN10: 8849209010
Ub.int: T315B T517A V01i V27b

Anno di edizione:
Pagine: 256

Contenuto: Il volume raccoglie i risultati di una ricerca che ha indagato la condizione di campagna urbana nel territorio di Roma e dei comuni contermini le cui sorti appaiono fortemente determinate dalla presenza della metropoli. La ricerca si è cimentata con le diverse percezioni del territorio aperto nell'arco del secolo appena trascorso, soffermandosi su alcuni passaggi dell'evoluzione urbana e sulle retoriche che di volta in volta ne hanno sostenuto principi e modelli insediativi. L'excursus storico evidenzia il progressivo incrinarsi delle prospettive istituzionali e disciplinari di un univoco limite tra città e campagna affidato ad una possente cerchiatura infrastrutturale, limite peraltro negato ab origine da dispositivi di regolazione degli incrementi edilizi fuori piano a vario titolo emanati. Il volume scandisce per periodizzazioni, dominanti tematiche ed episodi significativi le fasi della progressiva smaterializzazione del margine tra città e campagna, anche con l'impiego di strumenti analitici che fanno uso di immagini satellitari a media risoluzione, del tutto inediti nell'area romana. Sono inoltre evidenziati, con riferimento a casi di studio rilevanti, i meccanismi di inglobamento e cancellazione dei pattern rurali, e segnalate varie forme di discontinuità urbana, in una lettura per "generazioni" delle dinamiche di espansione, entro e tra le maglie del costruito, che invita a riformulare l'opposizione chiuso-aperto nei termini di compatto-disperso. La prospettiva da cui indagare la campagna urbana viene successivamente ricondotta ai riferimenti istituzionali ed ai dispositivi tecnico-disciplinari che fanno da sfondo ad esperienze mature di trattamento del territorio aperto, comunali e di area vasta, che pongono in chiave problematica la risignificazione dello spazio periurbano ed extraurbano di fronte a diversificate domande di paesaggio. Infine, con riferimento alle politiche e pratiche in corso, il lavoro tenta di riposizionare i principali interrogativi legati ai temi della sostenibilità. L'economia dell'Agro deve dimostrare una capacità competitiva con altre destinazioni dei suoli e con le rendite di attesa generate dalla macchina urbana che pongono a dura prova le forme tradizionali di regolamentazione. Si tratta di far sí che lo spazio agricolo e forestale, da sempre trascurato nelle politiche pubbliche, entri realmente nella categoria delle "infrastrutture pubbliche di natura".


Anna L. Palazzo, professore associato di urbanistica, svolge attività di ricerca nel settore del recupero e della riqualificazione urbana, della pianificazione di area vasta, delle politiche urbane e territoriali orientate alla promozione dello sviluppo locale. È autrice, tra l'altro, di Città storiche. Interventi per il riuso, Edizioni de Il sole-24 ore, 2000 (con O. Aristone), Piano locale e politiche sul territorio. Casi di studio, Dedalo edizioni, 2000, Scenari di progetto identitario. Il caso di Lucca, Alinea, 2002 (con F. Balletti e M. Caponetto).