Autostrade come progetto di paesaggio

L'autostrada come architettura del territorio



Autore:
Collana: Architettura, Urbanistica, Ambiente
Formato: 17 x 24 cm
Legatura: Filorefe
ISBN13: 9788849205510
ISBN10: 8849205511
Ub.int: T711D V01g

Anno di edizione:
Pagine: 168

Contenuto: Per tradizione nude infrastrutture, le autostrade esprimono nella contemporaneità una nuova e differente qualità pubblica per l'identità collettiva, diventano fenêtre sur le paysage. Questo libro tratta lo spazio dell'autostrada come architettura del territorio, belvedere dinamico, da cui esprimere nuove figurazioni e temi di paesaggio ribaltando il punto di vista: non più e non solo luoghi attraversati e percorsi velocemente, ma sperimentazione di linguaggi che riprogettano la città, trasformando temi di realizzazione e di inserimento in altrettante strategie di intervento. Cosí come la mobilità ha profondamente ampliato e trasformato il concetto di spazio pubblico e potenziato la qualità urbana degli ambiti di sosta e di scambio nella città, analogamente altri e nuovi segni rimangono in "attesa di forma": svincoli, viadotti, sottoviadotti, ponti e spazi di tramite, quando re-inventati configurano un ‘principio ordinatore' capace di interagire e interfacciarsi tra i distinti strati di infrastruttura, territorio e città, costruendo nuove immagini urbane. Il tema delle autostrade come progetto di paesaggio riscatta l'identità di opera di ingegneria per aderire ai temi dell'architettura del giardino, dello spazio pubblico e del parco urbano, fino a fissare una nuova concezione.
Rosaria Anna Iarrera (Milazzo, 1967) architetto paesaggista, vive e opera fra Messina e Reggio Calabria. È Dottore di Ricerca in "Architettura dei Parchi, Giardini e Assetto del Territorio" presso le Università Mediterranea di Reggio Calabria e Napoli Federico II. Svolge attività continuativa di ricerca presso il Dipartimento Oasi de la Mediterranea. Master in "Conservazione e valorizzazione dei beni ambientali e culturali per lo sviluppo sostenibile dei territori, dei parchi regionali e nazionali del mezzogiorno" svolto presso l'Università ‘Federico II' di Napoli, Stage di progettazione presso la "Direcciò de Plans i Projectes Urbans" del Comune di Barcellona. È autrice di progetti per concorsi pubblicati ed esposti in mostre (Biennale 1999 dei Giovani Artisti dell'Europa e del Mediterraneo di Roma; New Italian Blood a Praga e Stoccolma, 2000; Biennale di Venezia, 2000).