Archeologia in Calabria

Figure, beni e ritrovamenti, numerose illustrazioni



Autore:
Collana: Archeologia, Restauro
Formato: 15 x 21 cm
Legatura: Cartonato
ISBN13: 9788874481903
ISBN10: 887448190X
Ub.int: T442C V15g V92d R

Anno di edizione:
Pagine: 320

Contenuto: Salvatore Settis è nato a Rosarno nel 1941, ed insegna ora Storia dell'arte e dell'archeologia classica alla Scuola Normale Superiore di Pisa. Ha pubblicato, oltre a vari saggi su riviste specializzate, "Saggio sull'Afrodite Urania di Fidia" (Pisa, Nastri-Lischi, 1966), La "Tempesta interpretativa". Giorgione, i commenti, il soggetto (Torino, Einaudi, 1978). E' stato inoltre curatore di alcune opere collettive, fra cui "Memoria dell'antico nell'arte italiana", vol. I-III (Torino, Einaudi, 1984-86) e i primi due volumi della "Storia della Calabria" (Roma-Reggio Calabria, Gangemi editore).

Dal grande erudito ottocentesco Vito Capialbi all'isolata e originale figura di Silvio Ferri, alla produzione dei dotti locali: l'abbozzo di una storia degli studi sulla Calabria antica fa da cornice, in questo libro, a una serie di saggi puntuali, centrati su Tauriana e soprattutto su Medma. Topografia e storia, studio della produzione artistica e valutazione iconografica e di stile concorrono a situare tutte le testimonianze disponibili nel quadro ricco e complesso del mondo greco classico.