A Roma bella

poesie romanesche e…



Autore:
Collana: Letteratura e linguistica
Formato: 17 x 24 cm
Legatura: Cartonato
ISBN13: 9788849238730
ISBN10: 9788849238730
Ub.int: T429f V53e V70d

Anno di edizione:
Pagine: 384

Contenuto: Primo libro di Marcello de Iorio, ha il grosso merito di attirare l'interesse del lettore, cioè non è il libro che deve essere sottoposto al lettore, ma è il lettore che rimane affascinato dal libro, che cerca quel libro perché è un libro che si fa leggere, sono poesie che piacciono, che interessano, che destano curiosità. Poesie che ti portano a pensare cosa vogliono dire, anche se affrontano argomenti noti, li pongono in maniera diversa, piacevole, brillante, che desta ilarità e comunque curiosità. È questa una dote che hanno i libri belli, quelli che custodisci sotto al cuscino e che leggi quando vuoi mentalmente riposare in pace. Poesia non vuol dire solo lettura intellettuale, ma anche lettura giovanile, piacevole, spesso corale e divertente.

Marcello De Iorio, romano di adozione, classe 1932, ha avuto una vita molto interessante dal punto di vista del lavoro, ha infatti svolto la sua attività prima presso la Banca d'Italia, sede centrale di Roma, poi in magistratura, con funzioni sia giudicanti che requirenti, in varie residenze, infine, come libero professionista in veste di notaio. Naturalmente, la diversa attività professionale svolta gli ha acuito la capacità di cogliere gli aspetti del carattere degli uomini, di saper avvicinare con maggior facilità la gente per avere un migliore contatto umano. Il suo carattere è alquanto graffiante, affronta i problemi della vita sempre con un pizzico di aggressione. È inutile dire che questo suo carattere lo avvicina molto di più alla poesia Romana, di per se stessa dolce, ma ironica.