Scicolone Lazzaro Loren

Autore:
Collana: Roma e Lazio
Formato: 21 x 29,7 cm
Legatura: Filorefe
ISBN13: 9788849210255
ISBN10: 8849210256
Ub.int: T211f T213f T214f V25d V32h

I edizione


Anno di edizione:
Pagine: 368

Contenuto: Sophia Loren, che allora si chiamava ancora Sofia Lazzaro, è emersa dalle macerie della guerra come Venere dalle acque del mare. Una bellezza tutta italiana, prorompente e teatrale fino alla sfrontatezza e nello stesso tempo orgogliosamente casta. Veniva fuori dal polverone con un abitino semplice, quasi povero. Un sorriso pieno di luce e di malizia. Provocante ma intoccabile, statuaria eppure fragile. Una donna che intimidiva i semplici e trasformava in uomini vili i presuntuosi. Da bambina se n¹era rimasta rintanata nei rifugi. Ora che gli italiani tornavano ad aprire i loro negozietti, a spingere il pedale delle macchine da cucire, ecco arrivare a grandi passi questa ragazza magnifica, il petto araldico, il vitino che poteva passare attraverso un anello, due gambe imponenti, il mento alto e stizzoso, uno sguardo che volava dietro le spalle di tutti, come a voler scrutare il futuro. Pochi giorni e Sofia Lazzaro divenne lo specchio di un popolo che, insieme alle case, voleva ricostruire una moralità e un costume che sembravano andati anch¹essi in frantumi. Compariva nei fotoromanzi con tutta la sua irresistibile, popolare bellezza proprio per riportare continenza e cristiana umiltà nei borghesucci affamati di dissipazione. Divenne il simbolo di un tesoro da non sciupare, di una bellezza da non umiliare e sprecare. Anzi, le sue naturali virtù dovevano essere custodite e rese degne di un ambiente politico, moralmente sereno e consapevole. Insomma Sofia Lazzaro altro non era che l¹Italia stessa, l¹Italia turrita: dalle forme di nobilissima bellezza, dall¹anime ricca e densa di vita, dai modi semplici e contadini. La mostra, di cui il volume è il catalogo completo, mette a disposizione del lettore sprazi di intimi ricordi, fra cui anche inedite e segrete corrispondenze, nonché ripercorre con bellissime immagini originali, documenti di oltre 40 anni di storia, manifesti cinematografici, fotoromanzi degli esordi, oggetti particolarmente cari. Da sottolineare la presenza di una sezione dedicata personalmente dallo stilista Armani con gli abiti di ieri e di oggi disegnati per la musa Loren.



Il catalogo è curato da Vincenzo Mollica, giornalista e critico RAI.

Nella stessa collana, il best seller "Sordi segreto".