Rinnovare la tutela

Modelli matematici e grafici per una ridefinizione delle prospettive

Autore:
Collana: Architettura, Urbanistica, Ambiente
Formato: 17 x 24 cm
Legatura: Filorefe
ISBN13: 9788849233421
ISBN10: 9788849233421
Ub.int: T507A V06G V90B

con parte dei saggi in inglese


Anno di edizione:
Pagine: 304

Contenuto: L'idea del volume, e il suo titolo, nascono nell'ambito del progetto INNOVA.RE della Regione Autonoma della Sardegna, nel quale, attraverso la collaborazione con le imprese e con gli enti locali, si è sperimentata l'elaborazione di strumenti matematici e grafici che contribuiscono all'analisi dei rischi per il patrimonio storico e paesaggistico, e alla costruzione di strategie di tutela orientata, basate sui principi della previsione, dell'efficienza, della più ampia fruibilità. Rinnovare la tutela è inteso anche nel senso di una ridefinizione delle prospettive attraverso l'integrazione di molteplici punti di vista che, considerati nella loro pluralità, offrono una rappresentazione più coerente della realtà, rendendo effettivamente disponibile e condiviso l'esito di un complesso di conoscenze specialistiche. Rinnovare, quindi, per condividere strumenti che permettano una tutela ampia, diffusa, mirata di un patrimonio che appartiene a tutti.

Enrico Cicalò è Ricercatore in Disegno presso il Dipartimento di Architettura, Design e Urbanistica dell'Università degli Studi di Sassari e membro del collegio di dottorato in Architettura e Ambiente presso lo stesso ateneo. È stata responsabile scientifico dell'azione pilota LANDY. LANdscape Dynamics. Strategie di rappresentazione, monitoraggio e comunicazione dei processi urbani e ambientali e dei rischi ad essi connessi, finanziata con i fondi del Progetto INNOVA.RE (P.O.R. Sardegna 2007-2013).

Margherita Solci è Professore Associato in Analisi matematica presso il Dipartimento di Architettura, Design e Urbanistica dell'Università degli Studi di Sassari e membro del collegio di dottorato in Archeologia, Storia e Scienze dell'uomo presso lo stesso ateneo. È stata responsabile scientifico dell'azione pilota MADAR. Modelli matematici per la simulazione dei fenomeni di degrado strutturale in area archeologica, finanziata con i fondi del Progetto INNOVA.RE (P.O.R. Sardegna 2007-2013).