Nudo per Stalin

Il corpo nella fotografia sovietica negli anni Venti

Autore:
Collana: Fotografia
Formato: 22 x 24 cm
Legatura: Rilegato
ISBN13: 9788849217674
ISBN10: 8849217676
Ub.int: T402c T509c V14e V24e

In elegante edizione rilegata


Anno di edizione:
Pagine: 224

Contenuto: Oltre settanta fotografie, prodotte in Russia negli anni Venti e Trenta, talune rigorosamente di "regime" ed altre del genere "proibito" fatte oggetto della censura staliniana e che portarono i loro autori nei terribili gulak del terrore"

Con la Mostra "Nudo per Stalin" si è inteso innanzi tutto valorizzare gli artisti russi che, a loro insaputa, fanno già parte del Gotha della fotografia accanto ai francesi, i tedeschi, gli americani.
Nel contempo la Mostra si presenta come una testimonianza di come il processo culturale sia comunque inarrestabile anche nelle peggiori condizioni sociali, come è stato sotto lo stalinismo dove ogni forma artistica od espressiva in genere era soggiogata e schiacciata dal conformismo di regime. Nonostante il terrore, con il rischio della stessa vita, questi Artisti hanno lavorato animati dalla certezza che la luce sarebbe arrivata e con essa la libertà. La caduta del muro di Berlino, di cui appunto se ne commemora il ventennale, rappresenta il punto di rottura definitiva ed irreversibile di sistemi oppressivi ed oscurantisti nell'Est europeo e nella stessa Russia.

Il catalogo è a cura di Larissa Anisimova e Pavel Khoroshilov, con saggi di Nicoletta Misler, Boris Groys, Aleksej Loginov.