Manuale pratico del curator

tecniche e strumenti editoria e comunicazione

Autore:
Collana: Arte, Disegno, Rilievo, Design
Formato: 15 x 21 cm
Legatura: Filorefe
ISBN13: 9788849210484
ISBN10: 8849210485
Ub.int: T225f V14c

Anno di edizione:
Pagine: 208

Contenuto: Collana Luxflux diretta da Simonetta Lux

Il Manuale pratico del curator. Tecniche e strumenti, editoria e comunicazione di Domenico Scudero completa e definisce le metodologie curatoriali nelle tematiche già affrontate dallo stesso autore nel volume Manuale del curator. Teoria e pratica della cura critica (Gangemi Editore, 2004), con uno sguardo proiettato verso le tecniche specifiche necessarie allo svolgimento della professione curatoriale.
Il testo, strutturato in tre parti, verifica nozioni fondamentali per le pratiche installative, dagli allineamenti alle fasi di rifinitura di una mostra, sino alle tecniche di comunicazione e stampa necessarie per la documentazione di un evento. Il manuale indaga le pratiche curatoriali attraverso le tecnologie più sofisticate che consentono la realizzazione delle esposizioni con l'applicazione di nuove tecnologie multimediali e con procedure già sperimentate. Il manuale è inoltre un'ottima guida per coloro che vogliano conoscere e relazionarsi in modo propositivo con il sistema dell'arte contemporanea acquisendo quelle conoscenze basilari per la realizzazione di rapporti culturali, mediazioni e organizzazioni di eventi.
Completa il testo un ampio glossario dei termini curatoriali, un'interessante raccolta di taxonomie realizzate sulla verifica storico-critica degli eventi espositivi e un indice degli argomenti che rende questo volume di semplice accessibilità e di veloce consultazione.


Domenico Scudero, curatore, storico e critico d'arte contemporanea, ha indirizzato le sue ricerche nell'ambito della cura critica, e sullo stesso argomento ha conseguito il Dottorato di Ricerca "Arte di confine" in Sviluppo e trasformazione della cura espositiva presso l'Università di Roma "La Sapienza". È stato docente di Storia delle arti decorative e industriali e Storia degli Eventi espositivi di arte e moda. Attualmente insegna Metodologie storico-critiche curatoriali nella stessa Università di Roma dove è Curatore Capo dal 2001 del MLAC, Museo Laboratorio di Arte Contemporanea.
Ha qui avviato il Master individuale in cura critica ed installazione museale e realizzato i cicli espositivi Praxis, Laboratorio e Get up fast cab!.
Domenico Scudero si è formato alla cura critica lavorando alla redazione di riviste quali "Tema Celeste", "La Critica", "Sottotraccia" e "Opening" e come curatore free-lance. Coordina le attività editoriali di "Luxflux proto-type arte contemporanea", Gangemi Editore e di Luxflux.net. Ha coordinato la collana editoriale Artisticamente della Lithos Editrice di Roma presso la quale ha pubblicato i volumi Avanguardia nel presente, 2000; Inés Fontenla. Alla fine delle utopie, 2002; Lucia Di Luciano, l'alba elettronica, (con Simonetta Lux), 2002; Maurizio Bolognini. Installazioni, disegni, azioni, 2003. Dello stesso autore sono già pubblicati presso la Gangemi Editore il Manuale del curator. Teoria e pratica della cura critica (2004) e alcuni volumi monografici dedicati ad artisti contemporanei.