L'ambiente costruito storico

La conservazione come trasformazione

Autore:
Collana: Architettura, Urbanistica, Ambiente
Formato:
Legatura: Filorefe
ISBN13: 9788849201031
ISBN10: 8849201036
Ub.int: T091d T519c V04g

Anno di edizione:
Pagine:

Contenuto: Il testo si prefigge di stimolare alcune riflessioni in merito alle problematiche scientifiche e metodologiche e a quelle economiche e sociali, implicite nella pianificazione delle trasformazioni delle realtà urbane e territoriali, con particolare riferimento ai centri storici "marginali". Nessuno o quasi dei piani di città post-industriali ha sostituito, in tutto o in parte, i valori intrinseci al tessuto storico. L'interesse per il loro recupero quindi non è dovuto solo a valutazioni di carattere di economia generale del territorio o al romantico rispetto del passato. Per questa ragione è necessario parlare non tanto di recupero, quanto di innovazione nella continuità; infatti, se dobbiamo un profondo rispetto verso coloro i quali ci hanno preceduto, altrettanto ne dobbiamo verso coloro che ci seguiranno. Il processo di elaborazione di un piano attuativo "simulato" è stato sviluppato con il contributo di Arturo Grenci, Riccardo Guarnello, Marco Turilli e Roberto Zompí.

Riccardo Wallach (Roma 1947) è ricercatore universitario e docente di Urbanistica presso il Dipartimento di Pianificazione Territoriale ed Urbanistica ­ Università degli Studi di Roma ­ "La Sapienza". Nel corso delle esperienze didattiche e di studio maturate presso la Facoltà di Ingegneria dell'Università della Calabria, la Facoltà di Architettura dell'Università di Roma ­ "La Sapienza" ed il College di Enviromental Design dell'Università della California (Berkeley) ha approfondito gli aspetti metodologici e formativi dell'insegnamento della disciplina urbanistica ed ha affrontato i temi di ricerca relativi ai sistemi infrastrutturali come elementi costitutivi della qualità urbana, all'analisi morfologica degli ambienti costruiti storici e degli aggregati periferici non consolidati, alla definizione di criteri metodologici e di strumenti progettuali operativi per la riqualificazione degli insediamenti marginali. Ha inoltre compiuto numerose esperienze applicative attraverso la elaborazione di piani e di progetti alle diverse scale di intervento, oggetto di pubblicazione.