In Principio... la Parola si fece carne / In the Beginning... the Word became flesh

Catalogo del Padiglione della Santa Sede alla 56. Biennale d'Arte di Venezia - Catalogue of the Pavilion of the Holy See at the 56th Biennale di Venezia

Autore:
Collana: Arte, Disegno, Rilievo, Design
Formato: 24 X 28 cm
Legatura: Filorefe
ISBN13: 9788849230574
ISBN10: 8849230575
Ub.int: T236c T509b V13f V45a V35F

English/Italian text


Anno di edizione:
Pagine: 176

Contenuto: Il catalogo, in edizione bilingue italiano/inglese, si articola in una prima sezione dedicata ai saggi introduttivi di Gianfranco Ravasi, Micol Forti ed Elisabetta Cristallini, che sostanziano e sviluppano il tema proposto nel Padiglione, tracciandone il percorso di realizzazione attraverso la scelta dei temi e degli artisti. Il cuore del volume è dedicato ai tre artisti protagonisti e alle tappe espositive del Padiglione. Ogni opera è accompagnata da un saggio scientifico e da una ricca selezione fotografica a pagina che racconta il processo di realizzazione teorico e processuale, accompagnando il lettore in una sorta di viaggio tanto spaziale quanto temporale all'interno del progetto del Padiglione. Octavio Zaya, critico e curatore sudamericano, introduce la sezione dedicata a Monika Bravo; Ben Quash, biblista ed esegeta anglosassone, legge attraverso i testi sacri l'opera di Elpida Hadzi-Vasileva; Alessandra Mauro, esperta di fotografia di fama internazionale, introduce per la prima volta il pubblico italiano al lavoro di Mário Macilau. Una sezione finale è dedicata agli apparati con le biografie degli artisti, seguite da una selezione espositiva e bibliografica aggiornata.

The catalogue, in Italian/English edition, starts with a first section devoted to introductory essays by Gianfranco Ravasi, Micol Forti and Elisabetta Cristallini, which substantiate and develop the proposed theme, tracing the path of realization through the choice of issues and artists. The heart of the book is dedicated to the three artists and to the different parts of the Pavilion. Each work of art is accompanied by a scientific essay and a rich selection of large-scale photographs, which illustrates the process of theoretical and procedural realization, accompanying the reader on a journey within the project and the work in progress of the Pavilion. Octavio Zaya, art critic and curator in South America, introduces the section dedicated to Monika Bravo; Ben Quash, English biblical scholar and exegete, reads through the sacred texts the work of Elpida Hadzi-Vasileva; Alessandra Mauro, an expert in photography of international fame, introduces for the first time to the Italian public the work of Mário Macilau. A final section is dedicated to the biographies of the artists, followed by a selection of solo and group exhibitions and an updated bibliography.