Guida di Roma sotterranea - Guide to underground Rome

Dalla Cloaca Massima alla Domus Aurea i più affascinanti siti sotterranei della capitale

Autore:
Collana: Archeologia, Restauro
Formato: 17 x 24 cm
Legatura: Cartonato
ISBN13: 9788874489947
ISBN10: 8874489943
Ub.int: T518b V15i V31E

Facing English text - II edizione


Anno di edizione:
Pagine: 400

Contenuto: A brief glance at the title of this book ­ "Guide to Underground Rome" ­ immediately brings one question to mind: Is it really possible that so much beauty and such an immense number of unexplored spaces could be hiding underneath Rome? A perfectly legitimate question, since so few people have had the opportunity that Carlo Pavia has to experience these sensations which he has so admirably been able to translate into words and images. Placing himself in his readers' shoes, his language clear and charming, he takes them practically by the hand down into the bowels of the city, with descriptions that illuminate without being too technical. The result is a book suitable for everyone, and the essential vademecum for those wishing to undertake a visit to the largest hidden museum in the world ­ Underground Rome.

Dopo aver dato una seppur veloce occhiata al libro "Guida dei sotterranei di Roma" una domanda nasce immediata: "È mai possibile che sotto Roma si nasconda cotanta bellezza e soprattutto tale immane quantità di ambienti nascosti? ". È una domanda più che lecita perché pochissime persone hanno avuto la possibilità di gustare tutte quelle sensazioni che Carlo Pavia ha saputo cosí mirabilmente portare in immagini e testi. Egli, l'autore, si è immedesimato nel lettore e lo accompagna, quasi per mano, nelle viscere della terra romana utilizzando un linguaggio chiaro ed accattivante ed una descrizione dei luoghi senza peccare di estrema professionalità. Ne risulta un libro adatto a tutti e l'essenziale vademecum per chi volesse intraprendere la visita del più grande museo nascosto del mondo, Roma sotterranea.

Fabien Paris
da "Profilo di un autore"



Carlo Pavia is a scholar of Ancient Archaeology and Topography, who has dedicated himself for years now almost exclusively to the study and documentation of subterranean Ancient Rome and, at the same time, the more curious aspects of the Eternal City. He has written numerous books on the subject and his articles appear in regional, national and international journals. Founder and director of the journal FORMA VRBIS, his major concern is to inform the widest possible audience on the least-known aspects of ancient Rome.

Carlo Pavia, nato a Frosinone il 01-04-1955, prima ancora di completare gli studi classici ed universitari ha incominciato ad occuparsi con successo di fotografia applicata all'archeologia diventando fotografo professionista nel 1975. Da allora ha seguitato ad interessarsi con passione delle antichità romane fino ad arrivare alla laurea in Storia dell'Arte Antica con specializzazione in Archeologia e Topografia Antica.

Le sue conferenze ed i suoi lavori lo hanno fatto conoscere ed apprezzare nell'ambiente scientifico.

E' autore di numerose opere sui monumenti antichi di Roma. Tra le più importanti vanno segnalate:
“Le Mura Aureliane”,
“I Mitrei di Ostia antica”,
“Il culto dei Morti”,
“I Mercati Traianei,, dall'Emiciclo alla Torre delle Milizie”,
“Il Plastico di Roma Antica”,
“Roma sotterranea e segreta”,
“L'Opus sectile romano”,
“Il culto dei Morti”,
“Roma Mitraica”,
“Il Labirinto delle Catacombe”,
“Le origini di Venezia”,
“Roma, la città sotterranea”,
“Guida di Roma sotterranea”,
“Nel ventre di Roma”,
“Guida dei Mitrei di Roma antica”,
“Guida delle catacombe romane”,
“Curiosità del mondo romano antico”,
“Guida archeologica di Roma”,
“Roma antica in 3Dimensioni”,
“Roma antica, com'era”,
ecc.

E' inoltre autore dei films
“Un viaggio nella Cloaca Massima”,
“Castra Tenebrarum”
e il non ancora completato
“Ipogei romani”.

E'spesso comparso come ospite di rilievo e come collaboratore per i programmi per la RAI come “GEO” di Folco Quilici, “Il piacere di conoscere”, “Colosseum”, “Maurizio Costanzo Show”, “Uno mattina” ed altri oltre a collaborare per le più importanti televisioni estere.

Egli non è solo scrittore e documentarista; la sua attività è quella di archeospeleofotosub (archeologo laureato, speleologo brevettato, fotografo professionista e sub pluribrevettato).

Hanno scritto di lui frasi encomiabili, puntualmente pubblicate, le più grandi firme della critica letteraria, da Mario Verdone a Fabien Paris, da Fabio Isman a Carlo Carletti, da Fabrizio Carbone a Karl Muller.

E' stato fondatore e Direttore della rivista di Archeologia FORMA VRBIS e dell'Associazione Culturale LUPA (che prende il nome dalle iniziali dei due fondatori, Lucignani e Pavia).
Fondatore e Presidente del G.S.U. Lu.Pa. (il Gruppo di Speleologia Urbana che prende il nome dalle iniziali dei due fondatori, Lunardo e Pavia), ancora oggi, a distanza di alcuni decenni, effettua sopralluoghi nelle viscere della Capitale. Attualmente cura totalmente, essendone unico autore, la rivista-mensile di archeologia “Roma e il suo impero” mentre, in concomitanza con il festeggiamento del suo cinquantesimo anno di età, si rivolge al suo pubblico nell'insegnamento delle tecniche da sempre usate nei suoi sopralluoghi e nei suoi studi. “Roma antica in 3D” e “Roma com'era” non sono che i primi volumi della serie riguardante il trasferimento al lettore di un bagaglio culturale estremamente concreto di cui egli si è servito in tutta la seconda metà della sua prima esistenza.